Muore dopo aver mangiato colchico autunnale scambiato per aglio selvatico

Il fatto è avvenuto in Friuli Venezia Giulia.

  • Un uomo di 61 anni è morto dopo aver ingerito del colchico autunnale.
  • La pianta era stata scambiata per aglio selvatico.
  • Il decesso è sopraggiunto dopo qualche giorno di ricovero.

Un uomo di 61 anni, Valerio Pinzana, originario della provincia di Pordenone è deceduto dopo aver mangiato del colchico autunnale.

LEGGI ANCHE: Silvio Berlusconi ricoverato di nuovo in ospedale

La pianta scambiata per aglio selvatico

Questa pianta bulbosa erbacea autunnale era stata scambiata dal defunto, venuto a mancare dopo  alcuni giorni di ricovero, per aglio selvatico.

Secondo le ricostruzioni più accreditate della vicenda, tutto è partito dopo una passeggiata nei boschi settimana scorsa, dalla quale l’uomo, che viveva a Travesio, è tornato convinto di aver raccolto dell’aglio selvatico da utilizzare come condimento in cucina.

Quest’ultima pianta è abbastanza simile al colchico autunnale ma, a differenza di esso, non è velenosa. Il colchico d’autunno, conosciuto anche come falso zafferano, è velenoso per via della presenza della colchicina, un alcaloide altamente tossico per l’organismo umano.

A quanto pare, dopo aver avvertito dei fortissimi dolori a seguito dell’ingestione della pianta, l’uomo non avrebbe chiamato subito i soccorsi in quanto, essendo ex malato di Covid, ha pensato inizialmente a uno strascico della patologia.

LEGGI ANCHE: “Olesya Rostova non è Denise Pipitone”