Violenza sessuale a Napoli, arrestato clochard africano

Un’altra denuncia per stupro. L’ennesima in pochi giorni. C’è un arresto per la violenza sessuale denunciata da una clochard a Napoli: a finire in manette è un senzatetto 48enne africano.

La donna, lettone e anche lei di 48 anni, aveva raccontato ai carabinieri di essere stata aggredita e violentata da un extracomunitario alle spalle di una siepe nei paraggi di Porta Capuana. I militari hanno indagato, hanno accertato la versione della donna e arrestato l’extracomunitario con l’accusa di violenza sessuale e lesioni.

Violenza SessualeUrla e grida avevano attirato l’attenzione di alcuni passanti che hanno notato un uomo e una donna litigare. Alcune persone avevano poi riferito di aver visto l’uomo prendere la vittima per il collo, consumando l’atto sessuale, mentre la donna si dimenava e urlava.

Appena due giorni prima, una giovane 24enne era stata presa di mira da un cingalese. Un tentativo di violenza sessuale, fortunatamente, bloccato sul nascere grazie all’intervento dei militari. Prima l’ha bloccata, poi ha iniziato a palpeggiarla nel tentativo di violentarla.

Lei, 24enne napoletana, ha iniziato ad urlare e la scena è stata notata dai soldati del Reggimento Cavalleggeri Guide di Salerno, impegnati nell’operazione Strade sicure, che hanno subito chiamato i carabinieri. È così che la donna, ieri sera in piazza Garibaldi, è riuscita a salvarsi. Ad intervenire sono stati i militari dell’arma del Nucleo radiomobile e del Reggimento Campania: arrestato un 37enne originario dello Sri Lanka. Alla vittima i medici hanno diagnosticato uno stato di ansia giudicato guaribile in tre giorni.