Nasconde la fidanzata nel bagagliaio ma i carabinieri scoprono tutto

È successo in un posto di blocco nel Trentino.

Sabato scorso, 2 maggio, i Carabinieri di Storo, comune della Provincia Autonoma di Trento, ad un posto di blocco lungo la Strada provinciale 69, hanno fermato un’auto condotta da un 20enne che, al momento del controllo, non ha saputo giustificare il motivo del suo spostamento.

Nel corso dell’ispezione del veicolo, aperto il bagagliaio, è ‘apparsa’ una ragazza visibilmente imbarazzata e intorpidita per la posizione scomoda che ha dovuto tenere.

Nello spiegare l’accaduto, la coppia ha affermato che voleva trascorrere più tempo insieme. I carabinieri, notata anche la buonafede, hanno dovuto ugualmente applicare la legge, multando sia l’autista che la passeggera, invitandoli a rientrare nelle rispettive abitazioni.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, perché è più pericoloso dell’influenza?

Il fatto è accaduto due giorni prima l’entrata in vigore del nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che, da oggi, permette anche ai fidanzati di incontrarsi, oltre che ai familiari ma non agli amici. Negli incontri, inoltre, occorre mantenere le distanze di sicurezza e indossare i dispositivi di protezioni individuale (soprattutto le mascherine).

LEGGI ANCHE: Medico tenta il suicidio, aveva denunciando le mancanze ospedaliere (VIDEO).