Negozi aperti nei festivi, Di Maio (M5S): “Limitare le aperture”

Luigi Di Maio

Dicembre è il mese dei ‘rossi’ in calendari, giorni in cui tantissimi italiani non lavorano. Non tutti, però. Come nel caso dei commessi delle attività dei centri commerciali, dei cinema, ecc.

Da qui la proposta di legge del Movimento Cinque Stelle e l’appello a tutti i partiti affinché la votino: limitare le aperture dei negozi nei giorni festivi.

Scrive Luigi Di Maio, candidato presidente, sul blog di Beppe Grillo: “Prima delle feste di Natale, prima dello scioglimento della legislatura, il Senato deve approvare la proposta di legge a prima firma Michele Dell’Orco, già approvata alla Camera dei Deputati all’unanimità, che dice una cosa molto semplice: tutte le famiglie hanno il diritto al riposo anche quelle che posseggono o gestiscono esercizi commerciali“.

L’obiettivo, insomma, è avere “famiglie felici“.

La proposta – spiega Di Maio – prevede che su dodici giorni festivi all’anno sei devono essere di chiusura per i negozi. Questi giorni devono essere contrattati fra associazioni di categoria e i Comuni ma garantiscono che il 25 per cento degli esercizi commerciali a rotazione deve restare aperto. Le liberalizzazioni selvagge di Monti e dei decreti Bersani hanno fallito. Hanno solamente spalmato su sette giorni lo stesso incasso che i negozi facevano prima in sei“.

Al Senato, però, prima della fine della legislatura c’è un ingorgo: a Palazzo Madama ci sarebbe da discutere su biotestamento e ius soli.

Difficile, insomma, che si possa votare una legge che, comunque, contiene un bel po’ di buon senso.