Nick Luciani dei Cugini di campagna: “Per vivere faccio di tutto”

Ospite di Barbara D’Urso, il cantante ha raccontato com’è cambiata la sua vita da quando ha lasciato la band.

Anche lui è uno dei cosiddetti ‘vip in miseria’. Stiamo parlando di Nick Luciani, il ‘capellone biondino’ dei Cugini di Campagna. È stato l’inconfondibile voce in falsetto della band dal 1994 al 2004, poi è andato via e da quel momento le cose per lui non sono andate molto bene, soprattutto da un punto di vista economico.

Oggi – ha raccontato nel salotto pomeridiano di Barbara D’Ursova un pochino meglio. Ho ricominciato anche con il canto, è stato un periodo nero. Da quando ho lasciato i Cugini di Campagna, mi sono adattato a fare molte cose. Anche il muratore, un po’ di tutto. L’elettricista, il piastrellista. Mi adatto a fare tutto, anche a casa, è una forma di risparmio, preferisco fare i lavori da me… Mi adatto a fare tante cose, una di queste cose è spaccare la legna. È faticoso, non è proprio cantare! E basta con i Cugini, perché io sono il Figlio di Campagna! E taglio anche l’erba… Chi fa da sé, fa per tre!“.

Non molto tempo fa, infatti, Luciani aveva raccontato al settimanale ‘Nuovo’ come era cambiata la sua vita dopo aver abbandonato la band.

lo, mia moglie Vanessa e mia figlia Karen – aveva raccontato – abbiamo dovuto rivedere il nostro stile di vita. Un tempo potevo concedermi vetture di lusso e spesso giravo con l’autista. Oggi, invece, ho dovuto riscoprire i mezzi pubblici e mi muovo perlopiù in autobus, in treno oppure in bicicletta. Mi do da fare e mi occupo io della spesa. Adesso vado al mercato o nei discount, dove riesco a trovare cibo a un prezzo molto più accessibile. E sono diventato un uomo di casa”.

Leggi anche: Non le affittano casa perché è meridionale.

Da SaluteLab: Come alleviare i crampi muscolari.