Niente scuse ad Emma Marrone, anzi il consigliere comunale rincara la dose…

Emma-Marrone-Galli

Massimiliano Galli, il consigliere comunale di Amelia che pochi giorni fa è stato espulso dalla Lega dopo avere scritto ad Emma Marrone su Facebook: “Faresti bene ad aprire le tue cosce, facendoti pagare per esempio”, non solo non si è scusato ma ha anche rincarato la dose.

Intercettato dai microfoni delle Iene, infatti, Galli ha affermato: “Le mie scuse le farò sul mio profilo quando lo dirò io, non quando lo deciderete voi. Volete comandare la mia vita? Non sarete voi a dirmi come farlo e con quali mezzi. Io non ho scritto mign***a, c’è chi lo ha interpretato così. La mia è stata un’iperbole. C’era una foto eloquente in cui stava con le gambe larghe… Io vi denuncio! Lei si dovrebbe scusare per quello che ha detto. La sua è un’opinione? Anche io ho detto la mia opinione, oppure le opinioni solo solo per gli altri? Adesso sono io il lupo cattivo. È stata una cosa scritta…bam bam. C’è una foto in cui sta a gambe larghe mentre sta cantando…quindi si sta facendo vedere. No? La stanno pagando mentre canta e sta a gambe larghe. Non ho intenzione di chiederle scusa. Interpretatelo come ca**o vi pare. Quello che ho scritto non è quello che voi pensate“.

Galli, sullo stesso argomento, è stato intervistato anche da La Zanzara su Radio 24, affermando che “Se l’avesse fatta un consigliere comunale di un partito che non conta niente, non sarebbe accaduto nulla“.

E ancora: “Lei nei concerti quando canta sta sempre con le cosce aperte, si fa vedere con le cosce aperte…“, aggiungendo che “chi dice aprite i porti è un’istigazione all’immigrazione clandestina, è una decisione del governo…“.