Nina Moric candidata sindaco di Torre del Greco?

Nina Moric

Sono felice di informare i cittadini di Torre del Greco (oggi hanno visto arrestare il proprio sindaco) che alle prossime elezioni mi candiderò anche io. Questa cosa che vi ho liberato di Favoloso è arrivato il momento di pareggiarla. #votaNinaMoric“.

Così, due giorni fa, sulla propria pagina Facebook, Nina Moric, la showgirl e modella croata, 41 anni compiuti il luglio scorso:

Sul suo status Nina Moric fa riferimento da un lato a Ciro Borriello, sindaco del comune campano, arrestato due giorni fa per corruzione (il primo cittadino avrebbe riscosso tangenti dagli imprenditori dei rifiuti).

Dall’altro a Mario Luigi Favoloso, imprenditore e modello originario di Torre del Greco, con cui Nina Moric è legata da tre anni.

Provocazione o vera candidatura?

La risposta è arrivata oggi, mercoledì 9 agosto, sempre sulla sua pagina Facebook: “Oltre il 90% delle cose che scrivo non vanno prese seriamente, molti di voi lo hanno capito, altri no. Questo post è serio. La notizia Nina Moric sindaco ha portato a 250 articoli in Italia ( compreso quotidiani importanti), 29 in Croazia, 25 in Serbia, 8 in Albania, 4 in Bosnia, 2 in Giordania, 1 in Belgio, Gran Bretagna e Iraq.  4480 post su Facebook che parlano di questa storia, 1200 tweet.  I numeri rispetto alle parole non vanno interpretati, la mia è stata una provocazione, io della cosa dovrei parlarne con il movimento di cui faccio parte e con la famiglia del mio fidanzato. Rendetevi conto della quantità di persone che oggi ha sentito parlare, ha letto e ha dibattuto di una città che in molti casi avrebbe ignorato, ho letto di gente che ha esultato, ho letto di gente che ha avuto da ridire o da ridere su questa storia, ma alla fine non ho letto nessuno che ha esaminato gli aspetti palesi di una notizia che se alla fine fosse vera avrebbe degli aspetti positivi innegabili. La politica non è il calcio, non dovreste schierarvi per partito preso, ragionate con la vostra testa, anche perché sono sicura che siete quasi tutti più intelligenti di quelli che senza apparenti meriti culturali cercano di influenzarvi“.