Immigrati non hanno il biglietto per salire sull’autobus e aggrediscono gli autisti

Attimi di paura quelli vissuti da due autisti a bordo di un autobus a Como.

I lavoratori dell’ASF – l’azienda che si occupa del trasporto pubblico nella città lombarda – sono stati aggrediti da un gruppo di immigrati, presi a calci e pugni.

Come si apprende da IlGiornale.it, “gli extracomunitari hanno assalito i lavoratori dell’Asf dopo che questi, svolgendo semplicemente il proprio lavoro, hanno chiesto di mostrargli il regolare biglietto“.

Il grave episodio è avvenuto nella serata di martedì scorso, 5 giugno, attorno alle 20.30, in piazza della Vittoria, in pieno centro di Como.

Gli immigrati sono saliti a bordo dell’autobus senza il titolo di viaggio: dapprima sono stati fermato dall’autista che ha poi chiesto aiuto a un collega: “ne è scaturito un ulteriore parapiglia: i due dipendenti Asf sono rimasti contusti, ma sono riusciti a fotografare gli stranieri in fuga“, si legge su IlGiornale.it.

In breve tempo le forze dell’ordine hanno rintracciato i responsabili: due nigeriani e due gambiani. Accusati di interruzione di pubblico servizio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, i quattro sono stati condotti in carcere in attesa di giudizio.