Accoltella a morte la moglie, scappa e si dà fuoco in auto

Femminicidio a Novoli, in provincia di Lecce.

Una donna di 38 anni, Donatella Miccoli, è stata uccisa nella notte, a letto, con una coltellata, dal marito Matteo Verdesca. Il femminicidio è avvenuto a Novoli, in provincia di Lecce.

La donna lavorava in un centro commerciale di Surbo. I carabinieri della compagnia di Campi Salentina hanno individuato il corpo carbonizzato del marito, un operio di una ditta di consegne, a bordo della Renault Clio con cui era fuggito. L’uomo era stato attivamente ricercato da numerose pattuglie dei carabinieri fatte concentrare nella zona e anche con l’aiuto di un elicottero del 6 Nec di Bari.

La coppia, sposata dal 2013, aveva due figli, di 2 e 7 anni. Stando a quanto riferito da diversi organi d’informazione locale, l’uomo era molto geloso della consorte.

Si è appreso che l’uomo avrebbe detto alla madre “ho fatto un casino”, dopo avere ucciso la moglie. L’uomo, infatti, sarebbe andato a casa di sua madre a Veglie, paese in cui è nato, per poi allontanarsi facendo perdere le proprie tracce. La madre, poi, avrebbe chiamato le forze dell’ordine per raccontare quanto accaduto.

LEGGI ANCHE: Uccide la moglie a coltellate in casa e tenta la fuga.