Nuova minaccia dell’Isis: “Cianuro nei cibi dei supermercati”

L’Isis cambia strategia. Per i suoi attacchi contro gli infedeli ora passa al veleno. A rivelarlo è il Site Intelligence Group diretto dall’analista israeliana Rita Katz, che monitora e pubblica notizie riguardanti l’attività online delle organizzazioni jihadiste.

Il Site, infatti, fa sapere che l’Isis ha invitato i lupi solitari presenti in Occidente a punire gli infedeli avvelenando con il cianuro i cibi degli scaffali dei supermercati. E avrebbe diffuso un vademecum destinato a miliziani e simpatizzanti del Califfato che spiegherebbe come usare veleni, armi improvvisate e veicoli per compiere stragi.

Questo cambio di rotta circa mezzi e strategie, secondo alcuni esperti, sarebbe il sintomo di una minore potenza di fuoco dell’Isis che avrebbe sempre più difficoltà a reclutare e addestrare gente che si immoli nelle città occidentali. Le recenti sconfitte avrebbero indebolito anche finanziariamente l’Isis che ora si vede costretta a ripiegare su “lupi solitari” piuttosto che su veri e propri gruppi.

Infatti, solo poche settimane fa lo stesso Site aveva rivelato che sul Telegram (il canale vicino allo Stato islamico) era comparso l’invito proprio per i lupi solitari a “colpire con dei veicoli, sia in Italia che in Belgio e in Danimarca”.