Omelette prosciutto e formaggio: la ricetta del piatto francese famoso nel mondo

La ricetta a base di uova prevede mille varianti e farciture per accontentare tutti i gusti.

omelette prosciutto e formaggio

L’omelette prosciutto e formaggio è facilissima da preparare, veloce, ma davvero gustosa. A patto, però, che venga realizzata a regola d’arte. Le scuole di pensiero sono tante: c’è chi la preferisce ben cotta e chi, invece, ama che resti cremosa all’interno (così da far fondere il ripieno con le uova). Anche il modo in cui si sbatte l’ingrediente principale dà risultati diversi.

Qualsiasi sia la tecnica prescelta, per avere la perfezione l’unico modo è esercitarsi, anche per scegliere lo spessore desiderato. Le quantità degli ingredienti dipendono anche dalle dimensioni della padella. Per una da 27 centimetri di diametro e tre persone sono sufficienti:

  • Tre uova;
  • Un pizzico di sale;
  • Olio extravergine di oliva;
  • 50 g di prosciutto cotto;
  • 70 g di stracchino.

Ovviamente la farcitura può cambiare a seconda dei gusti, un’ottima versione può essere anche a base di verdure. Per l’omelette prosciutto e formaggio, invece, cominciamo sbattendo le uova in una ciotola con un pizzico di sale.

Omelette prosciutto e formaggio
Il contorno ideale è una bella insalata con i pomodorini

LEGGI ANCHE: Panelle palermitane, un piatto tipico dello street food: la ricetta

Questa fase deve durare fino a quando i tuorli e gli albumi non iniziano a fondersi. Non esageriamo con le tempistiche: non deve gonfiarsi come una frittata. Successivamente tagliamo a pezzetti le fette di prosciutto e il formaggio.

A questo punto scaldiamo una padella antiaderente di 27 centimetri di diametro con un filo d’olio evo. Versiamo l’uovo sbattuto e ruotiamola in maniera tale che il composto ricopra tutta la superficie.

Quando i bordi iniziano a essere cotti, ma il centro è ancora leggermente liquido, farciamo una metà dell’omelette e ricopriamo il ripieno con l’altro lato sguarnito. Mi raccomando, l’uovo sbattuto va fatto colare su una padella ben calda, cosicché la cottura sia rapida e il tutto rimanga un po’ umido.

Prima di togliere la padella dal fuoco, schiacciamo bene i bordi per far aderire le due parti ancora in cottura. Questo piatto va servito appena fatto. I nostri ospiti ne rimarranno entusiasti, anche i bambini più esigenti.

LEGGI ANCHE: Latte di scarafaggio, cosa sappiamo del nuovo ‘super food’