Omicidio Jessica Faoro, Garlaschi: “L’ho uccisa per difesa”

Ieri, a Milano, in un appartamento di via Brioschi 93, è stato ritrovato il corpo senza vita della 19enne Jessica Faoro, uccisa a coltellate.

Alessandro Garlaschi, tranviere di 39 anni, al PM ha detto di averla uccisa per legittima difesa: “Ho rigirato il coltello che aveva in mano contro di lei e l’ho colpita allo stomaco“.

La 19enne, a quanto si apprende da TgCom 24, si sarebbe opposta agli approcci dell’uomo.

Il PM Cristina Roveda ha firmato nei confronti di Garlaschi un provvedimento di fermo.

Jessica Faoro (da Facebook).

Garlaschi, dopo averla colpita, ha inferto altre coltellate al petto della giovane.

Dopodiché, l’uomo ha dato fuoco alla parte inferiore del corpo per tentare di sbarazzarsi del cadavere di Jessica.

La ragazza, madre di una bimba tolta dal Tribunale dei Minorenni, si trovava a casa dell’uomo e della moglie per sbrigare alcune incombenze domestiche in cambio di un posto letto.

Garlaschi è stato interrogato fino a notte forma e poi trasferito a San Vittore: è sorvegliato a vista nel centro osservazione neuropsichiatrica all’interno del centro clinico del carcere.