Omicidio Jessica Faoro, la telefonata shock di Alessandro Garlaschi al 118

Subito dopo aver accoltellato la 19enne Jessica Faoro, nella sua casa di Milano, Alessandro Garlaschi ha chiamato il 118.

Lo ha riportato la trasmissione di Rete4, Quarto Grado.

Il tranviere 39enne – che si trova in carcere – ha cominciato così la telefonata: “Sono Alessandro Garlaschi, sono in via Francesco Brioschi 93, ho bisogno di un’ambulanza, di un’automedica e della polizia“.

E poi Garlaschi ha aggiunto: “C’è stata una lite tra di noi, mi ha colpito con un coltello a entrambe le mani, io sono riuscito a prendere il coltello e l’ho colpita allo stomaco, infatti è uscito un pezzo di organo“.

Alessandro Garlaschi
Alessandro Garlaschi

Dal 118 arriva una domanda: “Ho capito…e adesso la ragazza è stesa a terra?“.

L’uomo – che avrebbe ucciso Jessica perché la ragazza ha detto no alle sue avances sessuali – ha risposto così: “No allora sì ho cercato di pulire perché ho cercato di metterla coperta, nelle valigie in dei teli, non volevo vederla. Lei mi ha guardato e mi ha detto non riesco a respirare più e subito dopo niente”.

I funerali di Jessica Faoro saranno celebrati il 24 febbraio, alle 11, nella parrocchia di San Protaso, in piazzale Brescia e il celebrante sarà don Paolo Zago.