Omicidio Luca Sacchi, la nuova versione di Anastasya: “Nello zaino non c’erano soldi”

La giovane ha parlato della famigerata busta con i 70mila euro.

  • Anastasya Kylemnyk è stata ascoltata nell’ambito del processo per l’omocidio di Luca Sacchi, avvenuto nell’autunno 2019.
  • La ragazza, ex fidanzata della giovane vittima, è tra i cinque imputati.
  • Ascoltata in Corte d’Assise, ha messo in primo piano una nuova versione.

Ascoltata in Corte d’Assise, Anastasya Kylemnyk, ex fidanzata di Luca Sacchi, ha dato una nuova versione in merito alla sera in cui il giovane ha perso la vita, ucciso da un colpo di calibro 38 nel quartiere romano di Appio Latino.

LEGGI ANCHE: Chef Rubio contro Brumotti: “Te ne hanno date troppo poche”

Omicidio Luca Sacchi, le parole di Anastasya

Luca e io eravamo in macchina a parlare (…) stavamo aspettando Princi Giovanni. Quando arriva scendiamo, in via Bartoloni di fronte al pub, ci salutiamo e lui dice che deve fare un impiccetto con la moto e mi chiede di reggere la busta nello zainetto. Una busta marrone del pane. Non l’ho mai toccata, mi sono girata e l’ha messa lui nel mio zainetto.

Interrogata sui 70mila euro che avrebbero dovuto essere utilizzati per comprare 5 kg di hashish, la giovane ha risposto di non sapere nulla. Si tratta di un dettaglio importante in quanto, proprio a partire da quell’ingente somma di denaro, a Valerio del Grosso, il killer di Sacchi, e a Paolo Pirino sarebbe venuta l’idea di rapinare il gruppo dell’allora 26enne Giovanni Princi, figlio di un facoltoso dentista.

Anastasya Kylemnyk, che ha affermato di essere stata colpita e di esssersi rialzata vedendo Luca Sacchi a terra a due metri da lei, nel corso della prima versione aveva dichiarato di essersi recata al pub a piedi e non con la sua auto in quanto convinta che Princi l’avesse manomessa.

Ha altresì affermato davanti alla Corte d’Assise di essere stata cacciata di casa dai genitori di Luca e di  non essere andata al funerale perché nessuna la voleva.

LEGGI ANCHE: Omicidio Luca Sacchi, il padre della vittima: “Con Anastasia non ci vediamo più”