Omicidio Luca Sacchi, svolta nelle indagini: coinvolta anche la fidanzata Anastasia

Misure cautelari anche per l’amico della vittima, il 24enne Giovanni Princi.

È indagata con l’accusa di aver cercato di acquistare un ingente di droga Anastasia Kylemnyk, la fidanzata di Luca Sacchi, il giovane personal trainer ucciso nella notte tra il 23 e il 24 ottobre scorso davanti al John Cabot, pub in zona Appio, a Roma.

Nei suoi confronti questa mattina i carabinieri del Nucleo Investigativo, su disposizione del gip di Roma, hanno notificato un provvedimento di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

È stato poi arrestato un 22enne, accusato di concorso in omicidio pluriaggravato, rapina aggravata e detenzione illegale e porto in luogo pubblico di un’arma comune da sparo.

Il 22enne, infatti, è accuato di aver procurato a Valerio Del Grosso e a Paolo Pirino la pistola che questi hanno utilizzato per uccidere Luca Sacchi.

LEGGI ANCHE: Luca Sacchi si è difeso da colpi di mazza da baseball prima di essere ucciso.

In manette anche un 24enne che, insieme ad Anastasia, cercò di acquistare un ingente quantitativo di droga nella notte tra il 23 e il 24 ottobre. Al 24enne, è stata notificata questa mattina dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma la misura cautelare del carcere. Si tratta di Giovanni Princi, amico della vittima.

LEGGI ANCHE: Lite con il vicino, il rapper Fedez imputato a Milano.

Al centro la vittima Luca Sacchi. A sinistra Del Grosso a destra Pirino.

Si è anche appreso che i carabinieri del Nucleo Investigativo hanno perquisito l’abitazione di Anastasia.

La ragazza, con il casco nero ancora addosso e senza trucco, è rientrata nel suo appartamento dopo la fine della perquisizione e non ha voluto commentare la notizia con i giornalisti presenti.

LEGGI ANCHE: Perché alcuni di noi diventano rossi quando bevono alcol?