Omicidio Mario Cerciello Rega: Natale-Hjort bendato perché dava testate

Nella memoria difensiva depositata alla Procura di Roma vengono chiarite le dinamiche dell’interrogatorio del 19enne.

Si è trattato di uno “strumento di contenimento” per evitare che facesse male “agli altri e a se stesso”. Per questo motivo lo hanno bendato e legato alla sedia. Stiamo parlando della ormai nota vicenda di Christian Gabriel Natale-Hjorth, il 19enne statunitense accusato di concorso in omicidio insieme a Elder Finnegan Lee per la morte del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega.

Il giovane, una volta portato in caserma per l’interrogatorio, fu bendato e legato ad una sedia e la sua foto fece il giro di social e media sollevando un vespaio di polemiche. Oggi è arrivata la spiegazione ufficiale di quella ‘misura’ che, dunque, sarebbe stata adottata per preservare il ragazzo, ma anche i militari.

Nella memoria difensiva depositata alla Procura di Roma si legge che il carabiniere che ha condotto il 19enne in caserma è stato “colpito dalle testate di uno dei due giovani”, e che Gabriel Natale-Hjorth avrebbe continuato a dare testate in caserma. Per questo motivo sarebbe stato bendato e legato.

Nel documento, inoltre, si legge anche che l’interrogatorio si sarebbe svolto “con ogni garanzia di legge” e che la foto poi circolata in rete in realtà sarebbe stata scattata ad uso di un gruppo whatsapp interno per “rassicurare tutti” che i due statunitensi erano stati arrestati e che non si trattava di nordafricani.

La foto sarebbe poi stata “inopinatamente consegnata alla stampa da altro Carabiniere, quasi certamente non partecipante alla chat, che sarebbe già stato individuato dai vertici dell’Arma“.

Resta perplesso Francesco Petrelli, legale di Gabriel Natale Hjorth. “Che le manette vengano utilizzate a fine di contenimento – ha affermato – sarebbe plausibile ma in tanti anni di professione non mi è mai capitato di veder utilizzato il bendaggio ‘per evitare’ che un fermato ‘faccia male a se stesso o ad altri’“.

Leggi anche: Il Decreto Sicurezza Bis è legge, ecco cosa prevede.

Da SaluteLab: Un medicinale ha trasformato un bambino in ‘lupo mannaro’, ecco cos’è successo in Spagna.