Omicidio Noemi, avviso di garanzia per il padre dell’assassino

È stato notificato al padre del 17enne fidanzato e assassino di Noemi Durini un avviso di garanzia per sequestro di persona e occultamento di cadavere.

Il padre è già indagato per omicidio volontario in concorso con il figlio.

Noemi, 16 anni, è stata probabilmente uccisa con uno o più colpi di pietra, uno dei quali l’ha raggiunta alla testa.

Il cadavere della ragazza, parzialmente nascosto, è stato trovato in un pozzo nelle campagne di Castigliano del Capo, in provincia di Lecce, dopo la confessione del 17enne.

Si è appreso, inoltre, che la madre di Noemi, Imma Rizzo, aveva denunciato qualche settimana fa il fidanzato alla Procura per i minorenni a causa del suo carattere violento.

La mamma, infatti, temava per la sorte della figlia e aveva, quindi, chiesto ai magistrati di intervenire per allontare il ragazzo dalla figlia.

Non c’è stato, però, alcun provvedimento cautelare.

Infine, sono state diffuse da Quarto Grado le immagini in cui si vede il 17enne ripreso mentre rompe a colpi di sedia i vetri di un’auto appartenente a uno con cui il giovane avrebbe litigato, risalente alla scorsa settimana, pochi giorni dopo la scomparsa di Noemi: