Omicidio Terzigno, l’ex marito si è tolto la vita

Si è suicidato Pasquale Vitiello, l’ex marito di Immacolata Villani, la donna di 31 anni che è stata uccisa ieri – lunedì 19 marzo – davanti a una scuola elementare di Terzigno, in provincia di Napoli.

L’uomo si è tolto la vita dopo aver ucciso l’ex moglie con un colpo di pistola alla testa, utilizzando la stessa arma.

Dopo l’assassinio Vitiello era fuggito a bordo di uno scooter grigio.

Stando a quanto riportato dai Carabinieri, il corpo è stato trovato in un rudere abbandonato.

I due si erano separata due anni fa. L’uomo, però, non lo aveva accettato e aveva continuato a minacciarla a tal punto che negli scorsi giorni la donna era tornata a vivere con il padre (perché, nonostante la separazione, la coppia viveva sotto lo stesso tetto con la figlia).

A casa dell’uomo sono stati trovati biglietti in cui ha scritto che si sarebbe fatto “giustizia” da solo.

Immacolata e il marito.

Come riportato dal Corriere del Mezzogiorno, quando ci fu il litigio che scatenò la decisione della donna di andarsene di casa, Immacolata chiese a un amico di accompagnarla in caserma per sporgere querela, con il braccio ingessato. A questa seguì quella della suocero, per cui la frattura se l’era procurata cadendo.

Alcune testimonianze, però, hanno rivelato che i litigi tra marito e moglie erano frequenti e anche violenti.