Omicidio Willy Monteiro Duarte, nessuno sconto di pena per gli accusati

Inammissibile la richiesta di potere accedere al rito abbreviato

La richiesta di poter accedere al rito abbreviato degli indagati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte è stato dichiarato inammissibile dal Gup del tribunale di Velletri.

Gli avvocati dei fratelli Gabriele e Marco Bianchi, di Paolo Belleggia e Mario Pincatelli, già rinviati al giudizio della corte d’assise di Frosinone che si riunirà il 10 giugno, hanno tentato la carta del rito che permette, rinunciando al dibattimento, lo sconto di un terzo della pena.

Marco e Gabriele Bianchi

Un rito, però, precluso ai reati gravi come l’omicidio volontario, di cui sono accusati i quattro per la morte del 21enne italocapoverdiano di Paliano, ucciso nella notte del 6 settembre 2020 a Colleferro. Un tentativo fatto per poter reiterare la richiesta di incostituzionalità della norma che sarà inoltrata nuovamente anche davanti alla corte d’assise che si costituirà.

LEGGI ANCHE: Si trasferisce dai nonni per avere il reddito di cittadinanza, denunciato.