Operaio di 72 anni precipita da un cantiere e muore

La vittima si chiamava Donato Marti. L’incidente a Lecce, in Puglia

Donato Marti, vittima sul lavoro a 72 anni.

Un operaio di 72 anni, Donato Marti, originario di Avetrana (Taranto), è morto ieri mattina, martedì 21 giugno, a Lecce dove era impegnato in alcuni lavori di ristrutturazione di un immobile in via Parini, nei pressi del cuore commerciale della città pugliese.

Secondo i primi rilievi, sembra che l’uomo, per cause da accertare, sia caduto da un’altezza di circa cinque metri mentre insieme ad altri operai era impegnato ad installare un montacarichi.

Il 118 ha trasportato l’uomo all’ospedale Vito Fazzi dove, però, è morto poco dopo Sul posto per i rilievi gli agenti delle volanti e gli ispettori dello Spesal. La Procura di Lecce ha aperto un’inchiesta.

Debora Serracchiani, capogruppo del PD alla Camera dei Depuatati ha commentato la tragedia: “L’ennesima vittima del tragico bollettino di guerra dei morti sul lavoro è un operaio precipitato all’interno di un cantiere. Starà alla procura accertare i fatti e le responsabilità ma è inammissibile che a 72 anni un lavoratore sia costretto a salire su un’impalcatura. Nel nostro Paese gli incidenti sul lavoro continuano a fare tante, troppe vittime. Sono donne, uomini, volti, storie, famiglie distrutte dal dolore. Ogni vita spezzata è un dolore immenso ed una ferita per l’intera comunità ma assistere a tragedie come questa provoca, se possibile, ancora più rabbia perché è chiaro che più si va avanti con l’etù più il rischio per lavori tanto gravosi e pesanti aumenta come del resto attestano le statistiche degli infortuni”.

LEGGI ANCHE: Accoltella a morte la moglie, scappa e si dà fuoco.