Operaio ghanese chiama il figlio Silvio Berlusconi

Piacere, Silvio Berlusconi. Fra qualche anno è così che si presenterà (magari ad un colloquio di lavoro) il figlio di Anthony Bohaene, operaio metalmeccanico ghanese di 36 anni che vive a Modena.

Non si tratta di una fake news e nemmeno dell’ennesima trovata elettorale, ma a quanto pare questa volta la realtà ha davvero superato la fantasia.

Questo operaio 36enne, infatti, ha proprio deciso di registrare in Italia il figlioletto di 5 anni con il nome ‘italiano’ dell’ex premier. E la decisione alquanto bizzarra ha un suo perché.
Volevo dargli il nome di un grande capo politico, di cui mi piace tutto e a cui devo il mio permesso di soggiorno“.

Il piccolo Silvio Berlusconi (che a scuola, per volere delle insegnanti, viene chiamato solo Silvio) è arrivato da poco in Italia. Ha raggiunto il padre e gli altri due fratelli Nanama di 16 anni e Isaac di otto che dal Ghana si erano trasferiti prima a Palermo e poi a Modena. Ed è stato proprio al momento della registrazione presso l’anagrafe italiana che il signor Bohaene ha dato al piccolo di casa il nome dell’ex Premier.

A me Berlusconi piace come parla, come si muove – ha detto Boahene – come persona, anche se non seguo molto la politica. E poi Berlusconi è simpatico“.

E sembra che questa ‘passione’ sia condivisa dal figlioletto che, secondo quanto dichiarato all’Adnkronos proprio dal genitore, “quando lo vede in televisione impazzisce, afferra il telecomando e pretende che nessuno cambi canale“.

Infine, il papà ha le idee molto chiare anche per quanto riguarda il futuro del suo piccolo.

Non voglio che da grande faccia l’operaio come me. Questo bambino sarà presidente. Del Ghana o dell’Italia, non importa. Voglio che studi politica, che si prepari“.

Con un nome così…