Ornella Muti condannata a sei mesi di carcere

L’attrice è accusata di tentata truffa aggravata e falso. Tutta colpa di una cena con Putin.

Guai giudiziari per Ornella Muti. La bella attrice è stata condannata dalla Cassazione a sei mesi di reclusione e 500 euro di multa per tentata truffa aggravata e falso. Ma cosa ha combinato? Presto detto.

I fatti risalgono al dieci dicembre del 2010. La Muti doveva andare in scena con ‘L’Ebreo’ di Gianni Clementi al Teatro Verdi di Pordenone. Ma l’attrice diede forfait presentando un certificato medico per laringo-tracheite acuta con febbre, tosse e raucedine, e con la prescrizione di cinque giorni di riposo e divieto di far uso della voce.

In realtà la Muti quel giorno volò in Russia per prendere parte ad un galà di beneficenza con Putin e l’attore Kevin Costner. E la sua presenza è documentata da alcuni scatti. Così dal Teatro è arrivata la denuncia (anche perché l’attrice aveva percepito un cachet di 24mila euro).

Ornella Muti

In primo grado, il 24 febbraio 2015, la Muti era stata già condannata dal Tribunale di Pordenone a otto mesi di reclusione e 600 euro di multa. Oggi è arrivata la conferma della sentenza (è stato giudicato ‘inammissibile’ il ricorso della difesa dell’artista).

Tuttavia Ornella Muti potrebbe evitare i mesi di carcere. La sentenza, infatti, prevede la sospensione condizionale della pena previo pagamento di una provvisionale di 30mila euro al Teatro Verdi che è stato la ‘vittima’ del comportamento dell’attrice. Altrimenti potrà sempre chiedere l’affidamento ai servizi sociali.

Leggi anche: Angelina Jolie è malata? Cosa dicono i rumors.