Padre e figlio travolti e uccisi da un treno

Dramma a Senigallia, in provincia di Ancona

Stazione di Senigallia (Ancona).
Stazione di Senigallia (Ancona).

Padre e figlio, di 63 e 26 anni, sono stati investiti e uccisi da un treno merci in transito poco a nord della stazione di Senigallia, in provincia di Ancona.

Secondo le prime informazioni, le vittime sarebbero turisti originari di Perugia che si trovavano a Senigallia in vacanza.

Sul posto sono intervenuti la Polizia Ferroviaria, che sta svolgendo tutti gli accertamenti per ricostruire la dinamica, il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. Richiesto anche l’intervento dell’Autorità giudiziaria.

Da quanto si è appreso, l’uomo avrebbe cercato di mettere in salvo il figlio finito sulle rotaie, forse volontariamente e con il proposito di togliersi la vita, proprio mentre stava sopraggiungendo il convoglio; l’uomo lo avrebbe afferrato in un estremo, disperato tentativo di metterlo in sicurezza ma entrambi sono stati colpiti dal treno e sono deceduti sul colpo.

Il traffico ferroviario lungo la linea adriatica, tra le stazioni di Senigallia e Marotta, è stato sospeso per ore per consentire gli accertamenti dell’autorità giudiziaria ed è ripreso poco prima dell’1 della notte.

LEGGI ANCHE: Bimbo colpito da proiettile mentre si trovava in casa.