Paga il pieno con le monetine, il distributore gli punta la pistola

benzina
benzina

Ha pagato il pieno di 9,72 con le monetine e l’operaio del distributore, infastidito, gli ha puntato la pistola addosso.

È successo a Senigallia, comune della provincia di Ancona, nelle Marche.

Un 49enne di Ancona si era fermato sulla Statale, all’altezza del Ciarnin, per fare il rifornimento. Al momento di pagare i 9,72€, l’uomo ha consegnato una banconota di 20 euro e 72 centesimi in monete. Il benzinaio, però, non ha voluto i centesimi e li ha lanciati contro il cliente, gridando “Vattene, vai via“.

Queste parole, però, non sono piaciute all’automobilista e – come si legge su IlRestoDelCarlino.it, ha risposto a tono al benzinaio. Tra i due ne è nata una rissa e il benzinaio ha preso una pistola, l’ha puntata contro l’automobilista e gli ha gridato di andarsene.

Il 49enne si è allontanato impaurito ma poi ha chiamato i Carabinieri che, arrivati sul posto, hanno ascoltato entrambi.

Il benzinaio non ha posto resistenza e ha consegnato l’arma ai militari: una scacciacani, all’apparenza identica alle pistole d’ordinanza dei militari. La pistola era a salve ma dentro c’erano 11 cartucce e altre sono state rinvenute all’interno della stazione di servizio.

L’addetto al carburante è stato denunciato per minaccia aggravata.