Pakistan, gallina abusata sino alla morte da 14enne

Roba da non credere. Quando la mente umana tocca il fondo accade anche questo.

Qualche giorno fa, la polizia pachistana ha arrestato, nella provincia di Punjab, un adolescente con l’accusa di avere violentato una gallina. Un Un abuso orrendo che ha portato l’animale sino alla morte. La notizia è stata lanciata dall’emittente televisiva Express News e poi ripresa da Fanpage.

Un portavoce della polizia di Hafizabad ha spiegato che l’episodio, di cui è stato protagonista un 14enne, è avvenuto l’11 novembre scorso in un villaggio vicino a Jalalpur Bhattian.

L’arresto è stato effettuato dagli agenti dopo che il proprietario del pennuto, accompagnato da due vicini di casa testimoni dell’accaduto, ha presentato una denuncia al commissariato di polizia locale raccontando che il ragazzo ha prelevato la gallina dal pollaio, portandola a casa sua dove è avvenuta la violenza sessuale che lo stesso, aveva già peraltro confessato.

Un fatto analogo era avvenuto qualche anno fa, nel 2014, a Legnaro. Un settantenne pensionato – con un trascorso da imprenditore, da tempo vittima di forti e incontrollabili pulsioni sessuali – in quell’occasione non esitò a infilarsi nel pollaio di una vicina.

Del caso se ne occuparono i carabinieri della stazione di Legnaro e la procura di Padova. È già la quarta denuncia per atti osceni collezionata dal settantenne in pochi mesi. Un abuso che gli costò un processo al quale decide di costituirsi parte civile un folto gruppo di animalisti.