Paola Ferrari punzecchia Diletta Leotta: “Diseducativo rifarsi il il lato B”

Non si può dire che sia stata molto carina Paola Ferrari, celebre volto giornalistico di Rai Sport, con la collega Diletta Leotta.

Infatti, in un’intervista rilasciata al settimanale Oggi, la giornalista 58enne, conduttrice della Domenica Sportiva, ha affermato: “Guardi, le dico subito che non ho niente da dire su Diletta Leotta. È una bellissima ragazza, ed è anche molto brava. Probabilmente più brava di me quando avevo la sua età. Io però ho sempre pensato che bisogna imparare ad accettarsi e quindi trovo diseducativo che una ragazza decida di rifarsi il seno e il lato B. Lo dico come una sorella maggiore, e lo ripeto, è molto brava e ha tanta personalità. Forse senza quei ritocchi ci avrebbe messo più tempo per arrivare al successo, chissà“.

Premesso che la giornalista siciliana ha sempre smentito di essere ricorsa ai ritocchi estetici, la Ferrari ha anche parlato delle polemiche su Wanda Nara, procuratrice del marito, l’attaccante dell’Inter, Mauro Icardi, che sta vivendo un momento molto particolare della sua carriera:

Non è certo un personaggio comodo, ma paga caro il fatto di essere una donna vistosa a cui piace apparire o che sia bella ma non scema – spiega – Paga soprattutto che voglia trattare al meglio gli interessi del marito. Di sicuro se al suo posto ci fosse Mino Raiola di mugugni ce ne sarebbero molti di meno. Sa qual è l’aspetto più stucchevole? L’opinione che Wanda Nara sia una vipera che pilota il suo uomo. Un buon modo per dare della manipolatrice a lei e indirettamente del tonto a lui. È ovvio che quei due sono una la spalla dell’altro, e decidono insieme la strategia, come il gatto e la volpe. Gli uomini del mondo del calcio devono affrontare una semplice realtà: le donne quando parlano di affari cercano di portare a casa i soldi, esattamente come loro. Lei ha fatto delle scelte di vita molto border line, ma adesso fa il procuratore, e si deve imparare a vederla nel suo nuovo ruolo. Certo, a lei piace essere al centro dell’attenzione, mostrare una fisicità provocante ma questo non le basta, vuole trattare da pari a pari sui contratti, essere presa sul serio, e questo non viene mai accettata. Credo sia una donna coraggiosa. E sono sicura che quando andrà a parlare del rinnovo del contratto, Beppe Marotta, che è intelligente, penserà a quanto è importante Mauro Icardi e a quanto è disposto a pagarlo, e non al profilo Instagram di Wanda Nara“.