Paolo Bonolis contro l’ex tronista Marco Cartasegna: perché lo ha attaccato

Nelle ultime ore sul web impazza l’attacco di Paolo Bonolis all’ex tronista Marco Cartasegna: ma che hanno a che fare i due?

Il re della televisione batte il tronista polemico con un netto ko. Nelle ultime ore sul web impazza l’attacco di Paolo Bonolis all’ex tronista Marco Cartasegna: ma che hanno a che fare i due? Per capire i motivi dell’astio del conduttore nei confronti dell’ex volto del dating show di Canale 5, bisogna fare un passo indietro.

Lo scorso 13 novembre, Bonolis e Cartasegna hanno partecipato ad un evento benefico organizzato nella città di Frosinone.

L’associazione “Ciao Pà” ha dato vita ad una partita di calcio cui erano presenti numerosi volti noti, ma ciò che in quella giornata fece anche molto discutere fu l’attacco dell’ex tronista alla città ciociara. Arrivato in albergo, Marco Cartasegna si dilettò a fare un video in cui, riprendendo la sua stanza, la descriveva come esattamente in linea con la città di Frosinone.

Eccoci qua, finalmente arrivato a Frosinone, città talmente brutta che l’Unesco ha proposto di cancellarla dalle mappe. Questo albergo, che è perfettamente in linea con la città, mi ha fatto venire la tristezza nel cuore…adesso piango un attimo e poi riprendo”: queste parole, dunque, avevano causato una polemica social che spinse Cartasegna a scusarsi con la città e tutti i suoi abitanti.

LEGGI ANCHE: Adriana Volpe contro la Rai: “Mi piange il cuore”.

La situazione, dunque, sembrava essere stata completamente dimenticata, almeno fino a quando Paolo Bonolis, insieme all’amico e organizzatore della partita di beneficienza, il Dott. Renato Bernardelli, ha ringraziato tutti coloro che sono accorsi all’evento e fatto riferimento, con termini edulcorati, a quanto detto dall’ex tronista sui social.

Hanno organizzato questa superba manifestazione di Frosinone, che ha contato 11.000 spettatori, uno splendido incasso, siamo stati tutti contenti – ha esordito Paolo Bonolis in un video social in cui si affiancava al dott. Bernardelli ed esprimeva tutto il suo orgoglio per aver rappresentato la squadra vincitrice . Il Cers Onlus è contento e ringrazia la città di Frosinone. Poi, se qualche – come dire – coglione dice delle cose di Frosinone che sono sgradevoli, perché ascoltare un coglione se c’é tutto il resto del corpo? Siamo tutti contenti, siamo felici!”.

Insomma, il tronista è stato blastato del vero re della televisione italiana.

In queste settimane Paolo Bonolis è in tour in Italia per vendere il suo libro Perché parlavo da solo. Molto più di un’autobiografia, contiene una serie di riflessioni del conduttore sulla famiglia e la vita, tanti ricordi di infanzia e divertenti incursioni nelle sue passioni. Tutte cose che lui finora non aveva mai raccontato e che ora svela nel volume.