Paolo Fox: ecco alcune curiosità che (forse) non sai sull’astrologo

Ecco alcune curiosità sul conto dell’astrologo più famoso della tv.

Paolo Fox
Paolo Fox

È uno degli astrologi più conosciuti dal grande pubblico. Stiamo parlando di Paolo Fox. Nato a Roma il 5 febbraio del 1961 (sotto il segno dell’Acquario) non è dato sapere quale sia il suo vero nome. Però, ecco alcune curiosità sul suo conto.

Paolo Fox ha avuto sempre la passione per l’astrologia, fin da piccolo. Ma l’incontro che gli ha cambiato la vita e che ha fatto sì che le stelle diventassero il suo mestiere, è stato quello con la nonna di una sua amica avvenuto quando aveva 16 anni. Grazie a lei, comincia così a credere negli influssi dei corpi celesti sugli eventi che capitano a ognuno di noi e ad appassionarsi agli oroscopi.

Al liceo – ha raccontato in una intervista – avevo la mia vicina di banco che aveva una nonna astrologa che non ci vedeva più. Era intorno al 1976 ed io andai da lei per disegnarle i grafici”.

A scoprirlo fu Paolo Villaggio. Ecco cosa ha raccontato a riguardo in una recente intervista: “Sono stato scoperto nel 1982 da Paolo Villaggio: mi fece fare lui i primi oroscopi in tv a ‘Villaggio party’ che conduceva con Adriano Panatta su Odeon tv”. Da lì è iniziata l’ascesa.

Paolo Fox non bazzica soltanto la tv. Negli anni Novanta il suo oroscopo è approdato anche in alcune delle radio italiane più seguite, ovvero ‘LatteMiele’, ‘Radio Deejay’, ‘Radio Uno’ e ‘Radio Due’ che gli hanno dedicano uno spazio quotidiano all’interno del proprio palinsesto. Ha fatto capolino anche sul grande schermo. Nel 2014, infatti, ha interpretato se stesso al cinema nella commedia natalizia “Ma tu di che segno 6?”.

Inoltre, ha un profilo instagram (privato) che però è seguito da oltre 74mila followers e non ama soltanto le stelle, ma gli piace tantissimo leggere soprattutto libri di fantascienza. È un giornalista professionista regolarmente iscritto all’Ordine dei Giornalisti. Inoltre ha paura dell’acqua a causa di un fatto accaduto anni fa.

Durante una vacanza in Sardegna – ha raccontato – avevo preso l’abitudine di prendere il sole su un materassino che legavo a un grosso sasso a cinque metri da riva. Ma una volta mi addormentai e mi risvegliai in alto mare. Panico. Cercai di stare calmo e di remare piano con le braccia. Avevo il cuore in gola. Ero quasi salvo quando dall’acqua sbucò un bambino di 10-12 anni che cominciò a schizzarmi e a immergersi sotto il materassino facendolo oscillare. Tentavo di spiegargli la situazione, ma lui pensava che scherzassi. Alla fine gli urlai: ‘Se mi butti giù, io muoio!’”.

Leggi anche: Sanremo 2020, c’è anche Paolo Palumbo, malato di Sla.

Da SaluteLab: Costipazione nei bambini: cause e consigli.