Papà butta giù dal balcone figlia di 16 mesi poi tenta il suicidio

È accaduto a San Giovanni Vesuviano. Probabilmente alla base dell’insano gesto la separazione con la madre della piccola.

Tragedia familiare a San Giovanni Vesuviano in provincia di Napoli. Questa mattina un uomo ha gettato dal balcone la figlia di 16 mesi e poi si è lanciato nel vuoto. La piccola è morta sul colpo, il papà è invece in gravi condizioni al Cardarelli di Napoli.

Secondo una prima ricostruzione, il dramma sarebbe avvenuto intorno a mezzogiorno. La famiglia viveva a Caserta, ma in questi giorni si trovava a San Giovanni a casa dei nonni materni. Sembrerebbe che all’origine dell’insano gesto ci siano problemi di coppia. Marito e moglie si stavano separando e ieri sera avrebbero avuto un violento diverbio.

Quello che è scattato nella mente dell’uomo questa mattina non è dato sapere. Di certo vi è che l’omicidio-tentativo di suicidio è accaduto durante un momento di distrazione della mamma della piccola di 16 mesi. L’uomo ne avrebbe approfittato per prendere la figlia e scaraventarla giù dal balcone di casa e per buttarsi giù a sua volta.

Come già detto, la bambina è morta sul colpo: inutili i tentativi di rianimarla da parte dei paramedici accorsi in tempo brevi sulla scena della tragedia. L’uomo, invece, è ancora vivo anche se versa in gravi condizioni. I carabinieri stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e di capire quale sia stata la molla che ha fatto compiere l’insano gesto.

Leggi anche: Sandra Milo: “Mi sono data a un uomo per pagare le tasse”.