Papa Francesco all’Angelus: “Non maltrattate i migranti”

Papa Francesco

Non si può stare nell’alleanza con il Signore e maltrattare quelli che godono della Sua protezione: la vedova, l’orfano, lo straniero, il migrante, cioè le persone più sole e indifese“.

Così Papa Francesco all’Angelus, in piazza San Pietro, dove oggi – domenica 29 ottobre – ha ricordato e sottolineato che “senza l’amore per Dio e per il prossimo non c’è vera fedeltà e alleanza con il Signore“.

Il Pontefice, inoltre, ha evidenziato che “l’amore dà slancio e fecondità alla vita e al cammino di fede”.

Alla fine dell’Angelus, Papa Francesco ha rivolto una preghiera alla Vergine Maria, affinché aiuti i cristiani ad accogliere nella “nostra vita il ‘grande comandamento’ dell’amore di Dio e del prossimo. Se anche lo conosciamo fin da quando eravamo bambini, non finiremo mai di convertirci ad esso e di metterlo in pratica nelle diverse situazioni in cui ci troviamo”.

Dopo l’Angelus, infine, il tradizionale saluto: “A tutti auguro una buona domenica. Per favore, non dimenticate di pregare per me. Buon pranzo e arrivederci!“.