Papà punisce in maniera esemplare il figlio bullo

Una punizione esemplare. È quella che un genitore americano ha messo in atto per dare una bella strigliata al figlio reo di aver bullizzato alcuni compagni di scuola.

È successo in Florida dove Michael Yager, papà del tredicenne Jacob, ha deciso che era arrivato il momento di rimettere sulla retta via il ragazzo. Come? Facendogli provare quello che provano le persone vittime di bullismo. Ha costretto il figlio a restare in piedi per alcune ore sul ciglio di una strada molto trafficata con in mano un cartello sul quale c’era scritto: “Sono un bullo. Se odi i bulli, suona il clacson”.

Inutile dire che tanti sono stati gli automobilisti che non si sono fatti scappare l’occasione di contribuire a dare una lezione al bullo. Anche se molti altri hanno preferito fermarsi per scambiare due chiacchiere con Jacob e capire cosa fosse successo.

Dovevo punirlo in modo severo, impartirgli una bella lezione. Allora ho pensato di farlo sentire così come si sentivano i ragazzi che prendeva in giro” ha detto il padre di Jacob al ‘Wesh’.
Non tutti, però, hanno apprezzato la punizione.
Molti mi hanno insultato – ha rivelato il genitore – ma dentro di me sapevo che stavo facendo la cosa giusta, non si può piacere a tutti“.

E Jacob?
Adesso so come ci si sente dall’altro lato” ha detto il 13enne che ora vuole aiutare i ragazzi vittime di bullismo.