Pappagallo faceva il palo ai padroni spacciatori: è stato ‘arrestato’

È successo in Brasile, nello Stato del Piauí

Un pappagallo faceva da ‘palo’ per i suoi proprietari spacciatori di droga, avvisandoli dell’eventuale arrivo della polizia.

È successo in Brasile, nello Stato del Piauí.

Gli agenti si sono imbattuti nell’animale a casa di due presunti trafficanti di cocaina, come riferito dalla stampa locale. Mentre stavano cercando i sospettati, il pappagallo ha cominciato a gridare: “Mamma, polizia!“.

Deve essere stato addestrato per questo“, ha affermato un ufficiale coinvolto nell’operazione.

Gli sforzi dell’uccello, comunque, non hanno portato ad alcun risultato. I filmati hanno mostrato la polizia mentre cataloga piccoli sacchetti di crack mentre il pappagallo obbediente è seduto su un ripiano accanto a un casco da moto e a una bottiglia di vetro.

I proprietari dell’animale, un adulto e un’adolescente, sono stati arrestati e il pappagallo è stato trasportato fuori di casa da un poliziotto e poi messo in una gabbia.

Il volatile è stato successivamente condotto al Dipartimento di Polizia di Teresina, dov’è rimasto in totale silenzio “anche quando le forze dell’ordine hanno provato a scioglierlo“.

L’avvocato difensore della coppia sospettata, Salma Barros, ha messo in dubbio che il pappagallo possa restare totalmente tranquillo nella stazione di polizia.

Un’ambientalista di nome Jaqueline Lustosa ha raccontato di essersi recata al Dipartimento di Polizia per liberare l’animale: il pappagallo è stato portato anche in uno zoo locale ma il suo silenzio è continuato anche lì.

Leggi anche: Sito vendeva prodotti ma non li consegnava: truffa da un milione di euro.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis: