Partecipazioni di nozze fai da te, le idee più intriganti

Realizzare da sé le partecipazioni di matrimonio non può che colpire l’attenzione degli invitati e suscitare la loro ammirazione: si tratta, infatti, di una palese dimostrazione di impegno. Ma quali sono le soluzioni più interessanti che si possono mettere in pratica? L’ideale sarebbe puntare su un’opzione non troppo complicata da realizzare, tenendo conto del fatto che con il classico non si sbaglia mai: l’obiettivo è quello di fare bella figura con un gran numero di persone, ognuna delle quali ha gusti, preferenze e aspettative differenti. Un tocco di femminilità è con tutta probabilità indispensabile, mentre la ricerca della semplicità non deve sconfinare per forza di cose nella banalità. Insomma, si tratta di mettere in evidenza tutti i pregi dell’essenzialità.

L’idea di Magic Moment

Una partecipazione di nozze fuori dal comune è quella offerta da Magic Moment, che si può visualizzare online. Gli invitati devono scaricare sul proprio smartphone l’app di Magic Moment, il cui download è gratuito, sia per i telefoni con sistema operativo Android che per quelli con sistema operativo Ios. Una volta che la partecipazione viene inquadrata, questa attraverso la realtà aumentata si trasforma in un video. Conclusa la visualizzazione del filmato, gli invitati hanno la possibilità di confermare la propria partecipazione, così che gli sposi possano ricevere via posta elettronica la conferma. Con Magic Moment, ogni partecipazione di nozze risulta personale e decisamente originale: in più, gli invitati possono essere coinvolti già prima del giorno in cui si terranno le nozze.

Quando è bene iniziare a pensarci

Sarebbe un grave errore aspettare l’ultimo momento per iniziare a preparare il matrimonio e le partecipazioni; al contrario, conviene cominciare con un netto anticipo, e in effetti la consegna dei biglietti di invito al ricevimento è uno dei primi aspetti a cui occorre pensare. Si tratta di mettere in risalto quello che dovrebbe essere il giorno più bello della vita degli sposi, ed è per questo motivo che conviene pensare allo stile da adottare.

La scelta dello stile

Lo stile classico, a cui si è già fatto cenno, è quello più tradizionale e, proprio per questo motivo, elegante. Un evergreen che non passa mai di moda dà la certezza di non sbagliare. In questo modo si va incontro alle aspettative di tutti: il consiglio è di scegliere temi floreali, magari con tonalità cromatiche per i bordi. In alternativa, si potrebbe pensare allo stile Art Deco, che è sempre di grande tendenza. I bordi delle partecipazioni dovranno avere un tocco glamour, tra il nero lucido e l’argento, con un pizzico di lusso.

Le partecipazioni più eleganti

Sono molto raffinate le partecipazioni che vengono realizzate con cartoncini traforati al laser o intagliati, anche perché offrono l’opportunità di dare vita a motivi alquanto elaborati. Se è vero che con il fai da te non sempre è facile replicare particolari motivi, è altrettanto vero che si può ricorrere a un bisturi per sfruttare l’idea dell’intaglio. Basta identificare il motivo giusto, insomma: una volta messo a punto l’invito prototipo, tutti gli altri potranno essere replicati con relativa facilità per decine di volte.

Che cosa serve per preparare le partecipazioni

Tra gli alleati di cui non si può fare a meno per realizzare delle partecipazioni da sogno c’è di sicuro la ceralacca, su cui si può fare affidamento per chiudere le buste o i cartoncini. Si tratta di una testimonianza di nobiltà, e al tempo stesso un segno di eleganza: ecco perché è necessario farsi preparare un timbro su misura, per esempio con l’incisione delle lettere iniziali del nome della sposa e di quello dello sposo. I timbri personalizzati costano poco e regalano uno stile originale, per non dire unico.

Quale font scegliere

Uno degli aspetti più rilevanti per la creazione di una partecipazione fai da te ha a che fare con la scelta del font. Tra i più adatti alle nozze ci sono Manglayang Script e Allura, ma anche Caslon e Fournier. Nulla vieta, comunque, di sperimentare addirittura uno stile nuovo, cercando comunque di non eccedere con l’informalità.

Come stampare le partecipazioni

Se se ne ha la possibilità, stampare le partecipazioni da soli è un ottimo modo per risparmiare. Ovviamente, è indispensabile avere le competenze e l’abilità per utilizzare un programma di grafica, ma soprattutto occorre avere a disposizione una stampante che operi senza problemi su carta patinata, che si caratterizza per una grammatura più elevata della carta comune. Il suggerimento di chi ha una certa esperienza è quello di scegliere prima le buste, così da non correre il rischio di stampare partecipazioni più grandi delle buste in cui dovranno essere inserito. Per quel che riguarda l’orientamento del disegno, la soluzione verticale è raccomandata in presenza di una notevole quantità di testo; in tutti gli altri casi si può propendere per il verso orizzontale.