Pasta con il nero di seppia: la ricetta di una vera delizia di mare

Un primo capace di far innamorare gli amanti della cucina, estivo e semplice da realizzare.

Pasta con il nero di seppia

Un primo piatto carico di sapore, dagli ingredienti semplici concessi dai nostri generosi mari. Diffuso, diffusissimo in Sicilia. Ma capace di conquistare anche i palati più fini di altre regioni del Sud e, in alcuni casi, anche quelli settentrionali che si affacciano sul Tirreno o, dall’altra parte, sull’Adriatico. La bontà del giorno è la pasta con il nero di seppia.

Una pietanza che in estate viene particolarmente apprezzata dai turisti che riempiono i ristoranti, ma anche da chi decide di fare un salto nelle pescherie vicino casa. Buona e semplice: questo il segreto della pasta con il nero di seppia. Andiamo a vedere quali sono gli ingredienti:

  • 400 g di pasta (spaghetti o linguine);
  • Due seppie medie (con la sacca piena);
  • 200 g di polpa di pomodoro;
  • Una cipolla;
  • Mezzo spicchio d’aglio (facoltativo);
  • Mezzo bicchiere di vino bianco;
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Prezzemolo (facoltativo)

Piccolo consiglio: chiediamo in pescheria di mettere il nero a parte, così da non doverlo estrarre noi una volta a casa. La sacca che lo contiene, infatti, è molto delicata e non è semplicissimo aprirla senza perderne il contenuto.

Risotto al nero di seppia
Anche la versione con il risotto è una vera delizia

LEGGI ANCHE: Linguine con cozze e vongole, bontà dai nostri mari: la ricetta

Andando alla preparazione. Una volta recuperato il condimento, tagliamo le seppie in piccole parti e mettiamole in una padella con un soffritto di cipolla, olio e aglio (quest’ultimo solo se gradito o in assenza di allergie o intolleranze). Facciamo rosolare per due minuti aggiungendo mezzo bicchiere di vino bianco.

Quindi versiamo la polpa di pomodoro, passata per bene, insieme a un pizzico di sale. Lasciamo cuocere per una decina di minuti, aggiungiamo il nero e mescoliamo per ottenere un vero e proprio sugo. Dopodiché andiamo a speziare il nostro sugo con un po’ di peperoncino.

Intanto occupiamoci della pasta, da scolare appena è perfettamente al dente. Non prima e non dopo. Una volta scolata, versiamo la pasta nella padella e amalgamiamo il tutto così da renderla ricca di condimento e carica di sapore. Disponiamo le porzioni e serviamo in tavola. Che bontà!