Pasta fredda con pomodorini pesto e mozzarella: la ricetta

Perfetta per una colazione al sacco.

Pasta fredda con pomodorini pesto e mozzarella

Con l’arrivo delle alte temperature estive i primi piatti freschi, gustosi e facili da preparare sono quelli che fanno al caso nostro. La pasta fredda con pomodorini pesto e mozzarella è un ottimo esempio. Ovviamente gli ingredienti possono variare in base ai gusti.

In questo caso, però, il pesto alla genovese e la mozzarella costituiscono un’accoppiata che conquista il mondo intero. Anche i palati più esigenti dei bambini. Si tratta, oltretutto, di un piatto versatile da poter portare in ufficio o al picnic domenicale con gli amici. Adesso, però, vediamo l’occorrente per quattro persone:

  • 400 g di pasta corta (rigatoni, penne o fusilli sono perfetti);
  • 200 g i pomodorini;
  • 100 g di pesto alla genovese (fresco è il massimo, ma va bene anche in barattolo);
  • 200 g di mozzarella;
  • Parmigiano grattugiato q.b.;
  • Olio extravergine di oliva q.b.;
  • Sale e origano q.b.

Prima di tutto facciamo bollire l’acqua per la pasta, che va scolata al dente, mi raccomando. Per bloccarne la cottura è sufficiente passarla sotto il getto dell’acqua fredda del rubinetto. Successivamente passiamola in una ciotola capiente e aggiungiamo un filo d’olio evo.

Pasta fredda con pomodorini pesto e mozzarella

LEGGI ANCHE: Sfogliatine alla crema con ciliegie, la ricetta

Mentre la pasta è sul fuoco, dedichiamoci a tagliare gli altri ingredienti: pomodorini e mozzarella a cubetti (la seconda va privata del liquido in eccesso). A questo punto possiamo unire il pesto alla genovese alla nostra pasta. Nel caso in cui dovesse essere troppo asciutta, aggiungiamo un altro po’ di olio.

A questo punto possiamo incorporare anche la verdura e il formaggio precedentemente tagliati. Mescoliamo il tutto con delicatezza e lasciamo riposare il tutto in frigorifero per almeno un paio di ore. Trascorso il tempo necessario, la nostra pasta fredda con pomodorini pesto e mozzarella è pronta per essere servita, previa spolverata di parmigiano grattugiato. Il risultato è assicurato: provare per credere.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, qual è il tipo di diabete più rischioso per un malato?