Pasta fritta alla siciliana, facile e buonissima: la ricetta

Una ricetta semplice per un piatto ricco di sapore, ideale in estate. Una possibilità anche in vista del Ferragosto.

pasta al sugo fritta

Un piatto corposo, rapido, ideale nelle sere (ma anche a pranzo) d’estate, da servire magari proprio a Ferragosto dopo la mezzanotte tra un brindisi e una partita a carte tra amici e parenti? Vogliamo anche fare uno strappo alla regola, dando ascolto alle esigenze delle nostre papille gustative chiudendo un occhio sulle esigenze di linea e dieta ferrea? Ecco la soluzione che fa al nostro caso. Per tutti gli amanti dei sapori forti, c’è la pasta fritta alla siciliana.

Dovendo scegliere due aggettivi per descriverla la scelta non può che ricadere su gustosa e croccante. Si può preparare in pochissimo tempo oppure può essere un piatto da recuperare dopo un pranzo per la cena. Non c’è una ricetta doc, le variabili infatti non mancano. C’è una base ed è da quella che partiremo per preparare la nostra pasta fritta alla siciliana. Andiamo a vedere gli ingredienti quattro persone:

  • 350 g di pasta (spaghetti, rigatoni o penne);
  • 300 g di salsa di pomodoro;
  • 100 g di formaggio grattugiato (pecorino o parmigiano);
  • Sale q.b.;
  • Olio extravergine d’oliva q.b.;
  • Peperoncino (facoltativo)

Prepariamo la salsa di pomodoro secondo quello che è il nostro gusto: c’è chi la preferisce più dolce, chi più salata o speziata, chi invece si lascia trasportare dall’agrodolce. Dettagli, l’importante che ci sia il sugo, ingrediente fondamentale della nostra ricetta.

pasta al sugo

LEGGI ANCHE: Pasta con il nero di seppia: la ricetta di una vera delizia di mare

Quindi mettiamo a cuocere la pasta seguendo le indicazioni della confezione. Quale tipologia? Possiamo scegliere lo spaghetto, ma anche rigatoni o penne non sono male. Una volta pronta, scoliamola e condiamola con il sugo. Per chi lo preferisce, è possibile aggiungere anche il peperoncino (senza esagerare).

Quindi riscaldiamo una padella antiaderente aggiungendo olio extravergine di oliva. Una volta pronta, versiamo la pasta condita e creiamo, con l’aiuto di un cucchiaio una massa compatta. A questo punto bisogna far friggere la pasta per qualche minuto, poi – come fosse una frittata – bisogna capovolgerla e far friggere anche l’altro lato. Appena sentiamo lo sfrigolio dell’olio rimasto sul fondo, scendiamola e serviamola ancora calda. Buon appetito!