Patatine in busta. Buone ma pericolose per la salute. Ecco perché

Difficile trovare qualcuno che non sia ghiotto delle patatine in busta.

Eppure, a quanto pare, può essere un alimento molto pericoloso per la salute.

E non perché le patatine tendono a fare ingrassare ma per via della presenza di una sostanza cancerogena.

Il suo nome è acrilammide, una sostanza che si forma in seguito alle alte temperatura e che si sviluppa durante la frittura, la cottura al forno e la griglia, conseguenza di un reazione chimica che riguarda gli zuccheri e gli amminoacidi.

In sintesi, l’acrillamide può causare i seguenti gravi danni alla salute:

  • Nuocere al sistema nervoso;
  • Alterare il DNA, quindi maggiore esposizione al rischio di sviluppare un cancro;
  • Problemi all’apparato digerente.

L’acrillamide, inoltre, in una donna in gravidanza, può causare danni anche al feto.

La Comunità Europea non impone dei valori per l’acrillamide ma l’ESA ha indicato dei parametri che andrebbero rispettati, ovvero non bisognerebbe eccedere i 1000 mcg/kg.

Le marche che rispettano questo limite?

  • Lays classiche senza glutine;
  • Patasnack classica senza glutine;
  • San Carlo 1936.

Di seguito, invece, quelli presenti nella ‘lista nera’

  • Amica Chips Eldorada;
  • Crocchias classiche terranica;
  • Carrefour classiche.