Pavimenti, la tendenza del momento è la ricerca della sicurezza

È stato un anno sorprendente sotto tantissimi aspetti della nostra vita, non sempre in senso positivo, e anche il settore dell’interior design non fa eccezione: rispetto alle previsioni, ad esempio, abbiamo visto il ritorno in voga di molti elementi di arredo imprevisti e a lungo rimasti ai margini, che ora trovano invece nuova luce e senso anche in un contesto moderno.

Le ultime tendenze dei pavimenti

Ne sono interessanti anche elementi molto specifici come i pavimenti, segmento in cui la ricerca e lo sviluppo dei produttori sta dando vita a soluzioni sempre più interessanti e alla moda. Una dimostrazione efficace arriva dal sito di Iperceramica, la catena di negozi più conosciuta sul territorio italiano: se la gamma si compone sempre di quattro categorie principali, sono in forte aumento le possibilità di scelta e personalizzazione dei pavimenti, così da offrire sempre più opportunità a chi è alle prese con un restyling della propria abitazione.

Anche se può essere trascurata o ritenuta secondaria, la scelta dei pavimenti è in realtà fondamentale durante la costruzione o ristrutturazione di una casa, e per motivi facilmente comprensibili: oltre all’utilizzo continuo, si tratta di elementi che non si possono facilmente modificare, sostituire o “aggiornare”, al contrario ad esempio degli interventi per variare il colore o lo stile di un muro.

La ricerca della sicurezza

Uno dei fattori che sta trainando le decisioni degli acquirenti – probabilmente anche sulla scia delle notizie poco rassicuranti legate alla situazione sanitaria mondiale – è in particolare la necessità di sentirsi protetti anche a casa, che in questo specifico contesto significa preferire superfici che garantiscano una migliore e più efficace pulizia.

Il successo dei materiali più igienici

In termini pratici, questo sta portando in alto le soluzioni basate su ceramica e gres porcellanato, ritenuti i materiali maggiormente utilizzati come atossici e definibili “più igienici”, mentre invece perde punti almeno in questa fase il legno del parquet, materia viva, porosa e spesso difficile da trattare. I pavimenti in ceramica e gres porcellanato si fanno preferire perché compatti, capaci di non trattenere impurità, polvere e muffe, ma soprattutto perché facili da trattare con detergenti chimici di ogni tipo.

E non è un caso che – sempre in tema di tendenze che mettono insieme aspetti estetici e funzionali – si stanno studiando anche soluzioni innovative come pavimenti e rivestimenti antibatterici, trattati con specifici composto di ioni d’argento che, stando alle “promesse”, dovrebbe essere in grado di eliminare al contatto il 99,9 per cento di germi, virus e batteri che si possono trovare e annidare in casa, soprattutto in ambienti umidi come il bagno o la cucina.

Anche la ricerca della sicurezza diventa quindi un elemento da valutare per chi sta valutando il migliore pavimento per la propria abitazione, insieme ad altri fattori come l’ambiente di posa, la tipologia di arredo e anche lo stile di vita della famiglia, che alla fine determineranno e orienteranno la soluzione.

La riscoperta delle cementine in gres porcellanato

In tema di tendenze prettamente di moda, riprendendo quanto scritto sopra, c’è da segnalare infine la ripresa delle cementine in gres porcellanato, da inserire in cucina e bagno, adatte a un look vintage-chic e da abbinare a pavimenti effetto legno o a superfici effetto marmo, per creare un effetto elegante e decorativo senza dover investire necessariamente una “fortuna”, essendo un materiale decisamente più economico del vero marmo.