Paziente psichiatrico uccide ricoverato a mani nude

A Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, un paziente psichiatrico del servizio di Prevenzione, Diagnosi e Cura (SPDC), ha ucciso uno dei ricoverati, colpendolo più volte al capo con pugni.

Dai primi accertamenti eseguiti dai Carabinieri, l’uomo – di origini africane – ha ucciso la vittima italiana, 77 anni, a mani nude, colpito da un raptus di follia.

Non è stato facile per i militari fermare l’immigrato, che è stato sedato dal personale medico.