Pedofilo finisce in manette 36 anni dopo le violenze

È stato condannato per pedofilia a 36 anni dopo aver commesso il fatto.

È accaduto a Trafford, nella contea metropolitana di Greater Manchester, In Inghilterra. E a portarlo in carcere è stata una coincidenza davvero straordinaria.

Ad essere precisi, lui Gary Mottershead, 50 anni e padre di 4 figli, era già dietro le sbarre. Era finito in manette per presunte violenze domestiche ai danni della moglie. Suo compagno di cella era un 43enne arrestato per furto.

Gary Mottershead

Due persone che sembrerebbero non avere nulla in comune. Ma la realtà si è rivelata essere ben diversa. Il 43enne, infatti, ha riconosciuto in Gary il 15enne che nel 1981 lo violentò. La vittima, di cui non sono state rese note le generalità per ovvi motivi, all’epoca aveva solo 6 anni.

In questi 36 anni il giovane non aveva mai sporto denuncia, ma ha vissuto sulla sua pelle le conseguenze di quella ‘violazione dell’infanzia’: alcool, droga e criminalità.

Questa volta, però, Gary è stato denunciato e condannato a sei anni di carcere per pedofilia. Secondo la Corte Suprema di Manchester le violenze si sarebbero ripetute più volte tra il 1981 e il 1983, e il carnefice avrebbe anche più volte minacciato pesantemente la vittima affinchè non lo denunciasse.

Ovviamente Gary ha negato le violenze.