Peppino di Capri dalla Balivo si commuove parlando della moglie che non c’è più

Il cantante campano ospite di Vieni da Me. Ecco cos’ha raccontato.

Ieri pomeriggio, a Vieni da Me, Peppino di Capri è stato ospite di Caterina Balivo e ha ricordato la moglie scomparsa nel luglio scorso.

Il cantante 80enne, parlando di Giuliana Gagliardi scomparsa a 68 anni a causa di un male incurabile, ha detto: «Non si interessava molto della mia carriera, ascoltava i dischi in radio. La sua canzone preferita era ‘Voce ‘e notte’, una antica».

Peppino Di Capri, poi, per evitare la commozione, ha invitato la Balivo a cambiare argomento: «Parliamo di musica, mi ha aiutato tanto in questo periodo».

Al momento dell’esibizione dell’artista campano, però, la padrona di casa ha detto: «Era amata da tutti, una grande donna. Vorrei concludere con un ricordo di lei con te al pianoforte».

Peppino di Capri ha anche parlato di qualche retroscena della sua carriera, come uno che riguardava i Beatles: «Rimasero male per l’accoglienza italiana. Erano abituate alle ragazze che si strappavano i capelli per loro. E sul Cantagiro del 1963: “Vinsi perché ero Peppino di Capri, ero abbastanza in voga».

Di Capri ha raccontato di avere avuto un momento no, sempre negli anni 60: «Tornai a Capri, era un periodo di crisi. Preferì staccarmi e aspettare momenti migliori. Vidi Georges Moustaki e mi fulminò. Tornai a Roma e ripartì da zero quasi, ricominciai da capo. Mi misi in proprio e cominciai con la sigla del Rischiatutto».

Peppino Di Capri – che è, lo ricordiamo, lo pseudonimo di Giuseppe Faiella, ha anche ricordato un momento della sua infanzia, facendo riferimento alla celebre canzone ‘O sole mio’: «Mia madre cantava questa canzone, cantava dalla mattina alla sera». E, all’età di 4 anni, l’artista era accompagnato dalla sorella Margherita, mentre Carola non era ancora nata.

Leggi anche: Sanremo 2020, Amadeus: “Sarei felice se ci fosse Madonna”.

Da SaluteLab: Scoperto un nuovo farmaco che può rallentare l’Alzheimer.