Perché a certi uomini non cresce la barba?

Ecco perché alcuni uomini hanno una barba folta ed altri neanche un pelo.

Image Credit: IgorTishenkoDepositPhotos

In media, i peli della barba crescono di 0,4 millimetri al giorno o di 1,2 centimetri al mese. Ma, mentre la moda della barba sta tornando, alcuni uomini non riescono a sfoggiarla, anche dopo avere messo il rasoio da parte.

Ora, come spiegato su Futura-Sciences.com, i tratti maschili sono spesso attribuiti al testosterone, ma in realtà è un altro ormone, il diidrotestosterone (DHT) che ne stimola specificamente l’insorgenza.

Questo ormone, derivato dal testosterone, aumenta notevolmente al momento della pubertà. Negli adulti si stima che il 10% del testosterone venga convertito in diidrotestosterone ogni giorno dai testicoli e dalla prostata negli uomini e dalle ovaie nelle donne. Il diidrotestosterone porta allo sviluppo dei genitali umani (scroto, pene, testicoli …) così come alla crescita dei peli pubici e della barba.

La quantità di peli della barba sul viso è determinata dal numero di recettori DHT presenti nelle cellule della pelle. Se le cellule del viso hanno molti recettori, allora l’uomo sarà molto barbuto. Al contrario, se le cellule hanno pochi recettori DHT, avrà una barba molto sottile o pochissimi capelli.

Purtroppo le soluzioni in questo caso sono poche perché, se alcuni farmaci consentono di aumentare la produzione di testosterone (e quindi indirettamente quella di diidrotestosterone), è impossibile aumentare il numero dei recettori, determinato dalla genetica. D’altra parte, gli individui reagiscono in modo diverso allo stesso livello di testosterone, poiché questo dipende ancora dall’espressione genica.

Altre cause:

  • alopecia, una malattia in cui i follicoli piliferi vengono distrutti;
  • ipotiroidismo;
  • anemia;
  • fumo e alcol, che portano all’invecchiamento della pelle.

Come avere una bella barba?

Pelle sana e alimentazione aiutano a far crescere una bella barba. Si consiglia, quindi, di idratare ed esfoliare la pelle, ìì per avere un sufficiente apporto di fibre, proteine ​​e vitamine.

LEGGI ANCHE: Cosa bisogna sapere sulla demenza senile.