Perché è meglio evitare di mangiare i cibi conservati nei contenitori di plastica

La plastica può avere un impatto negativo sul corpo. Ecco cosa (forse) non sai.

Le materie plastiche sono quasi ovunque: nei computer, negli smartphone, nelle automobili, nei giocattoli per bambini…  Tuttavia, quando la plastica è usata come contenitore per il cibo che mangiamo e l’acqua che beviamo, può avere un impatto negativo sul corpo.

A tal proposito, come riportato da DrFarrahMd.com, di seguito i motivi per cui dovremmo passare dai contenitori di plastica a quelli di vetro quando bisogna conservare gli alimenti.

Lisciviazione plastica

Secondo gli studi, quando la bottiglia di plastica si rompe, le molecole da essa filtrano nel cibo. Ciò significa che, anche se consumiamo cibi naturali o privi di pesticidi ma confezionati nella plastica, continueremo a mangiare i materiali tossici provenienti che possono causare danni cellulari e problemi di salute.

Problemi di fertilità

Le materie plastiche contengono un composto tossico noto come bisfenolo A (BPA) che ha effetti negativi sull’immunità e sulla regolazione ormonale, influendo sulla fertilità. Secondo gli studi, una donna può avere difficoltà a concepire e può avere un rischio maggiore di aborti quando è esposta al BPA. A parte questo, le sostanze chimiche presenti nella plastica possono causare problemi di sviluppo e difetti alla nascita nei bambini.

Obesità

Gli studi hanno rivelato che una delle ragioni che stanno dietro l’obesità o l’essere in sovrappeso è la grande quantità di materie plastiche con cui il cibo e le bevande entrano in contatto.

Si è scoperto, infatti, che il diglicidil etere del bisfenolo-A (BADGE), una sostanza chimica largamente utilizzata nella plastica, fa sì che le cellule staminali diventino cellule adipose.

Una ricerca pubblicata nella rivista Environmental Health Perspectives ha spiegato che “l’esposizione a questi tipi di prodotti chimici può riprogrammare il metabolismo e rendere più probabile l’immagazinamento delle calorie“.

Suggerimenti

  • Utilizzare contenitori di vetro o in acciaio inossidabile (per la conservazione);
  • Non riscaldare mai gli alimenti nei contenitori di plastica. Se succede, la plastica lascia sostanze chimiche 55 volte più velocemente del normale;
  • Acquistare verdure fresche o surgelate. Il BPA può essere trovato in quasi ogni prodotto in scale;
  • Utilizzare una bottiglia d’acqua in acciaio inossidabile;
  • Usare cannucce in acciaio inossidabile.
  • Quando acquistiamo la carne o il formaggio al supermercato, chiediamo che sia avvolto con la carta oleata anziché con la plastica.

Leggi anche: lavare i piatti a mano è sbagliato.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis: