Perché Papa Francesco è arrivato in Vaticano con la sedia a rotelle?

Cosa sappiamo sulle condizioni del Pontefice.

Questa mattina, giovedì 5 maggio, Papa Francesco è arrivato sorridente, in buono stato fisico ma spinto su una carrozzina dal suo maggiordomo, impegnato all’Assemblea plenaria dell’Unione Internazionale delle Superiori Generali ricevute in Vaticano.

Da giorni Bergoglio soffre di problemi al ginocchio che hanno anche portato alla cancellazione di udienze e impegni ufficiali.

Inoltre, martedì scorso, come annunciato dallo stesso Pontefice in un colloquio con il Corriere della Sera, si è sottoposto a una infiltrazione.

Si è pure appreso che Papa Francesco ha già utilizzato la sedia a rotelle, soprattutto per coprire distanze importanti, facendo quindi riposare il ginocchio. Lui stesso ha più volte affermato che i medici gli hanno consigliato di non sforzare l’arto. Quindi, non si esclude che Francesco possa utilizzare la carrozzina anche nei prossimi giorni. Come non si esclude un’ulteriore infiltrazione (puntura di acido ialuronico) al ginocchio destro.

Francesco è stato accolto da un lungo applauso delle suore e in diverse hanno anche scandito frasi di apparente incoraggiamento come “Viva il Papa!”.

Una volta raggiunta la sua postazione, il Pontefice, che ha esordito parlando in spagnolo, ha immediatamente detto di non voler leggere il discorso preparato di “nove cartelle”: “Che faccio – ha detto scherzando -, lo leggo e voi dormite? O mi fate piuttosto delle domande?”. Francesco ha così proseguito aprendo al dialogo aperto con le superiore.

LEGGI ANCHE: Stefano Tacconi quali sono le sue condizioni di salute?