TerzoWEB.com

Perdita di pressione in cabina, paura sul volo Finnair

Momenti di terrore vissuti a bordo di un Airbus A319. Ecco cos’è successo.

volo Finnair

Sono stati momenti di terrore quelli vissuti questa mattina – sabato 13 aprile – dai passeggeri del volo Finnair, in rotta da Helsinki a Manchester.

Per un problema di pressurizzazione, l’aereo, un Airbus A319, ha dovuto effettuare un atterraggio d’emergenza a Stoccolma.

Il volo – ha spiegato il direttore delle comunicazioni di Finnair, Päivyt Tallqvist – ha dovuto effettuare uno scalo su Stoccolma dopo che il capitano ha identificato un possibile problema alla pressurizzazione dell’aereomobile”.

Secondo quanto trapelato, l’aereo che in quel momento trasportava 139 persone si trovava in territorio svedese, a un’altezza di 31mila piedi (circa diecimila metri). All’improvviso sono scese le maschere di ossigeno e l’aereo ha cominciato una rapida discesa d’emergenza che nel giro di cinque minuti lo ha portato alla quota di sicurezza di 10mila piedi (3000 metri).

volo Finnair

Il capitano ha fatto scendere ancora l’aereo e puntato in direzione di Stoccolma, dove l’atterraggio è avvenuto regolarmente. L’atterraggio di emergenza è avvenuto circa 40 minuti dopo il decollo. La capitale svedese si trova a circa 400 km a sud-ovest dell’aeroporto di Helsinki, a Vantaa.

I passeggeri sono stati sbarcati – evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti – e saranno trasferiti su un altro aereo vuoto che nel frattempo Finnair ha inviato da Helsinki per portare i 139 passeggeri a Manchester. I passeggeri dovrebbero arrivare in Inghilterra con circa quattro ore di ritardo.

Leggi anche: Piedi sul cruscotto? Ecco perché non si dovrebbe mai fare.