Personaggi famosi morti nel 2019: chi ci ha lasciati / FOTO

Se ne sono andati in tanti nel 2019. Ecco chi.

E ne sono andati nel 2019. Alcuni rimarranno nella storia, altri nella cronaca. Altri semplicemente nei nostri cuori. Conosciuti in tutto il mondo o solo in Italia. Sono i morti noti del 2019. E quest’anno ne abbimo persi tanti e di valore. Molto giovani in alcuni casi. Mitici e che hanno accompagnato la nostra adolescenza in altri.

Sylvia Chase

Il 3 gennaio è morta Sylvia Chase, 80enne giornalista statunitense vincitrice di due Emmy e di un Peabody Award. La Chase è considerata una delle donne pioniere del giornalismo d’inchiesta televisivo, al tempo dei suoi esordi quasi esclusivamente prerogativa maschile. In carriera ha lavorato per la CBS, la ABC, la PBS e la KRON-TV di San Francisco.

Teodosio Losito

L’8 gennaio è morto Teodosio Losito, sceneggiatore di fiction in onda su Mediaset come L’onore e il rispetto e Il bello delle donne. Milanese di nascita, si è fatta l’ipotesi del suicidio.

Paolo Paoloni

Il 9 gennaio è morto all’età di 89 anni Paolo Paoloni. L’attore divenne noto soprattutto per aver impersonato il Megadirettore Galattico nella saga di Fantozzi.

Dick Miller

Il 30 gennaio, a 90 anni, è mancato Dick Miller, il re dei caratteristi di Hollywood con quasi 200 film girati in carriera. Lo si ricorda in Terminator (era il gestore del negozio di armi) e Gremlins.

Bruno Ganz

Il 16 febbraio all’età di 77 anni è morto l’attore Bruno Ganz, fu l’angelo di Wenders, Hitler e il nonno di Heidi.

Karl Lagerfeld

Il 19 febbraio si è spento a Parigi all’età di 85 anni Karl Lagerfeld. Il sarto, stilista e fotografo tedesco era malato da diverse settimane.

Gabriele La Porta

Il 19 febbraio è morto Gabriele La Porta. Per 42 anni in Rai, ha iniziato la sua lunga carriera nel servizio pubblico a 23 anni, prima come programmista, poi, tra gli altri incarichi, come conduttore, giornalista professionista, editorialista del Radiocorriere TV, vice caporedattore del TGR Lazio, caporedattore del DSE RAI (Dipartimento Scuola Educazione, l’attuale RAI Cultura).

donna Marella Agnelli

È morta nella sua casa di Torino il 23 febbraio 2019, dopo una lunga malattia, donna Marella Agnelli, moglie del compianto avvocato Gianni, madre di Edoardo e Margherita nonché nonna di John, Lapo, Ginevra, Pietro, Sofia, Maria, Anna e Tatiana. Ora riposa a Villar Perosa.

Keith Flint

Keith Flint, 49 anni, frontman dei Prodigy è stato trovato morto il 4 marzo nella sua casa in Inghilterra.

Luke Perry

Luke Perry, il Dylan di Beverly Hills 90210, è morto il 4 marzo all’età di 52 anni dopo un ictus che l’aveva colpito qualche giorno prima.

Pino Caruso

L’attore Pino Caruso è morto a 84 anni il 7 marzo. Fu alfiere della palermitanità in televisione al cinema assieme a Franchi e Ingrassia e Lando Buzzanca, ma ha interpretato anche il maresciallo Capello nelle prime due stagioni di Carabinieri.

Mario Marenco

E’ morto il 17 marzo a Roma all’età di 85 anni Mario Marenco, attore comunico, umorista, autore televisivo ma anche architetto e designer. E’ diventato famoso con la partecipazione al programma radiofonico Alto gradimento. Creò e impersonò numerosissimi personaggio tra cui il colonnello Buttiglione, la Sgarambona, Riccardino, il dottor Anemo Carlone, il professor Aristogitone.

Jean Louis David

Jean Louis David è scomparso il 3 aprilei all’età di 85 anni in seguito ad una lunga malattia. Nato il 24 marzo del 1934 da una famiglia di parrucchieri originaria di Grasse, nel sud della Francia, Jean-Louis David è l’inventore del taglio “sfumato”, nonché pioniere francese della catena di franchising che porta il suo stesso nome.

Monkey Punch

L’11 aprile è morto in seguito ad una polmonite ad 81 anni Monkey Punch, il fumettista creatore di Lupin III. Il suo vero nome era Kazuhiko Kato.

Il 30 aprile è mancato Peter Mayhew, l’uomo dentro il costume di Chewbecca nella saga di Star Wars fin dal 1977.

Il 13 maggio è morta Doris Day, la famosissima attrice fidanzatina d’America degli anni 50, vista in Non mangiate le margherite e L’uomo che sapeva troppo. Incise l’immortale Que sera, sera.

Niki Lauda

Si è spento all’età di 70 anni nella notte tra il 20 e il 21 maggio l’ex pilota austriaco Niki Lauda, leggenda della Formula 1 tre volte campione del mondo. Lauda era ricoverato in una clinica privata in Svizzera per problemi ai reni. Otto mesi fa aveva subito un trapianto di polmone. Nato a Vienna il 22 febbraio del 1949, Lauda vinse tre titoli mondiali come pilota di F1 nel 1975, nel 1977 e nel 1984 con McLaren e Ferrari. Rimase gravemente ustionato in un incidente nel 1976. E’ considerato uno dei migliori piloti della storia.

Il regista Franco Zeffirelli è morto a 96 anni il 15 giugno 2019 nella sua casa di Roma, sull’Appia Antica, assistito dai figli adottivi. Si è spento serenamente – riferiscono i familiari – dopo una lunga malattia, peggiorata negli ultimi mesi”.

Si è spento il 1° luglio all’età di 79 anni il Mago Gabriel (vero nome Salvatore Gulisano), personaggio televisivo diventato famoso negli anni Novanta quando fu scovato su un’emittente locale dalla Gialappa’s Band che lo prese bonariamente di mira a Mai dire Tv.

Il 5 luglio è morto nella sua casa di Roma Ugo Gregoretti, regista e attore. Era nato il 28 settembre 1930 a Roma. Autore tv di ‘Controfagotto’, ‘Il Circolo Pickwick’, e ‘Romanzo popolare’, fu assunto alla Rai nel 1954 e iniziò con la realizzazione di inchieste tv originali e spregiudicate che gli procurarono molti problemi all’interno dell’azienda.

Valentina Cortese

Il 10 luglio si è spenta a Milano a 96 anni la grande attrice di cinema e teatro Valentina Cortese. Nella sua lunga carriera ha lavorato nel cinema dagli anni Quaranta e a teatro con Strehler. Candidata agli Oscar per il ruolo della diva in ‘Effetto notte’ di François Truffaut.

Andrea Camilleri, addio a 93 anni al grande scrittore e sceneggiatore. L’autore che ha ideato il Commissario Montalbano si è spento il 17 luglio dopo un lungo ricovero in ospedale.

Il 18 luglio si è spento in una clinica di Roma dove era ricoverato per le conseguenze di una polmonite lo scrittore, regista, attore e presentatore tv, Luciano De Crescenzo. Il 18 agosto avrebbe compiuto 91 anni.

Il 19 luglio la notizia della morte, a 47 anni dopo una lunga malattia, lo scrittore, autore tv, sceneggiatore e regista Mattia Torre, che insieme a Luca Vendruscolo e Giacomo Ciarrapico è stato uno degli autori della serie tv cult Boris.

È morto a 75 anni Rutger Hauer, l’attore olandese che divenne popolare in tutto il mondo per il suo ruolo in Blade Runner. Lo ha reso noto il suo agente ad esequie avvenute il giorno 24 luglio. Il decesso risale invece al 19 luglio.

Il 31 luglio è morto Raffaele Pisu, popolare attore comico e personaggio televisivo. Aveva 94 anni. Nato a Bologna il 24 maggio 1925, da tempo era ricoverato nell’hospice di Castel San Pietro Terme (Bologna) per una malattia.

E’ morta il 13 agosto a 40 anni dopo una lunga battaglia con il cancro Nadia Toffa, conduttrice e inviata delle Iene aveva raccontato la sua malattia nel libro Fiorire d’inverno.

Il 23 agosto è morto a Roma, all’età di 83 anni, l’attore Carlo Delle Piane. 70 anni di carriera e oltre 100 film, Delle Piane aveva lavorato con i più importanti attori e registi. Tra questi Alberto Sordi, Aldo Fabrizi, Totò, De Sica, Gassman, Monicelli e Pupi Avati.

Manuel Frattini, ballerino, coreografo, divo dei musical è scomparso all’età di 54 anni il 12 ottobre.

L’attore Carlo Croccolo è scomparso a 92 anni il 12 settembre. Nella sua carriera ha lavorato con i più grandi autori e registi di teatro e cinema, da Totò a Eduardo a De Sica a Magni. Importante anche la sua attività televisiva (si ricorda la sua partecipazione al film ‘Tre uomini e una gamba’) e quella di doppiatore.

È morto il 15 novembre a 94 anni Antonello Falqui, regista e autore italiano di programmi televisivi, in special modo di varietà da “Studio Uno” a “Canzonissima”.

Danny Aiello

Il 12 dicembre all’età di 86 anni è morto l’attore Danny Aiello, i cui ruoli in ‘Padrino Parte II’, ‘Stregata dalla Luna’ e ‘Fa’ la cosa giusta’ lo hanno reso uno dei volti più familiari e ammirati del cinema americano degli ultimi decenni