Perugia, 50enne entra in tribunale con un coltello e ferisce due giudici

Tribunale Perugia

Un uomo di 50 anni ha accoltellato stamane due giudici, Francesca Altrui e Umberto Rana, durante un’udienza del Tribunale Civile di Perugia.

L’aggressore, originario del perugino, è stato arrestato dalla Polizia.

I giudici sono rimasti lievemente feriti al fianco e sono stati ricoverati nell’ospedale Santa Maria della Misericordia, trasportati con due ambulanze.

Ferito, durante l’aggressione, anche un ausiliario, intervenuto per soccorrere i due giudici.

Stando a quanto si è appresso, il 50enne sarebbe entrato con un coltello all’interno del Tribunale e avrebbe tanto di colpire alle spalle Francesca Altrui, magistrato del tribunale fallimentare. Poi, si sarebbe scagliato contro Umberto Rana, accorso per aiutare la collega.

Dopo l’accoltellamento, l’aggressore ha provato a fuggire ma, una volta scattato l’allarme, il Palazzo di Giustizia è stato chiuso così da permettere il blocco dell’uomo.

Ancora ignoti i motivi dell’aggressione.

Il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha subito chiesto l’avvio di verifiche sui sistemi di sicurezza nell’edificio in cui è avvenuta l’aggressione.

Ecco le sue parole: “Non appena ho appreso la notizia del ferimento di due magistrati nel tribunale di Perugia ho immediatamente espresso la mia solidarietà ai due funzionari dello Stato colpiti. Ho inoltre già chiesto che siano subito svolte le necessarie verifiche per comprendere l’esatta dinamica dei fatti ed accertare le falle nel sistema di sicurezza“.

Dura la condanna dell’Ordine degli Avvocati sul fronte della sicurezza: “Non tollereremo più alcun ritardo nell’adozione di misure volte a garantire la sicurezza all’interno dei palazzi di giustizia di Perugia“.