TerzoWEB.com

Pescato nell’Adda un ‘mostro’ da mezzo quintale e lungo 2 metri. LE FOTO

Un pesce siluro dal peso di mezzo quintale e lungo quasi due metri è stato pescato nelle acque dell’Adda a Imbersago, comune della provincia di Lecco.

Lo stesso – come riportato da IlGiorno.it – era accaduto la scorsa settimana a Olginate, sempre nell’Adda. E un altro pesce siluro da oltre 40 chili e di un metro e 90 di lunghezza era stato pescato sempre la settimana scorsa di nuovo a Imbersago.

Giuseppe Laini, pescatore e artista brianzolo di 65 anni, ha spiegato che “sono i nuovi mostri, si tratta del prezzo che paghiamo alla globalizzazione e alla stupidità di chi ha introdotto nei nostri ecosistemi simili razze. I pesci della nostra fauna ittica sono completamente indifesi di fronti a questi esemplari, ma non si salvano nemmeno anatre, folaghe e altri animali acquatici. Tutto ciò che si muove a pelo d’acqua e sotto è considerato una potenziale preda da questi enormi esemplari, nella loro bocca ci passa senza fatica un’anatra intera“.

Giuseppe Laini con il pesce siluro.

Secondo Laini questi pesci “mangiano anche cuccioli di cigno, topi e tutto quello che trovano. Sono dei super predatori e non hanno nessun nemico. Sono un po’ come il pesce gatto africano con la differenza che questo d’inverno muore, ma i siluro resistono. Sono risaliti sicuramente dal Po, dove qualcuno più di dieci anni fa potrebbe averli rilasciati in libertà. Tutto è partito così, vengono messi nei laghetti per pescarli a pagamento, poi qualche sprovveduto li libera nell’ambiente non protetto e diventa difficile liberarsene”.

Giuseppe Laini con il pesce siluro.