Piattaforma Rousseau, Storace: “Ho votato no, è facilissimo. Ecco la password”

Il tweet del direttore del Secolo d’Italia che sa più di provocazione. Intanto, boom di votanti.

Francesco Storace
Francesco Storace. Foto: ANSA/ETTORE FERRARI

Mentre è in corso il voto sulla piattaforma Rousseau, l’ex presidente della Regione Lazio, Francesco Storace, su Twitter ha affermato:

È stato facilissimo votare no al governo sulla piattaforma Rousseau“, allegando uno screenshot da dove, però, non si evince il nome dell’elettore.

Poco dopo il direttore del Secolo d’Italia ha anche rivelato la password: “L’affluenza alla #PiattaformaRousseau è determinata dal massiccio ricorso alla macchina organizzativa del #Pd.
La password dedicata è B1BB14N0“, condividendo un articolo in cui Lugi Di Maio, a proposito dei fatti di Bibbiano, diceva: “Mi fa schifo il silenzio del Pd“.

I due tweet di Storace, però, sembrano più una provocazione e uno sfottò che una reale azione sulla piattaforma Rousseau.

Intanto, l’associazione che gestisce il sistema ha comunicato che “nelle prime due ore di votazione (dalle ore 9 alle ore 11) hanno votato 29.781 iscritti certificati. Abbiamo gestito 24.000 connessioni in contemporanea con picchi di 1.200 richieste al secondo. Si tratta di un record storico per Rousseau: un traffico addirittura 10-12 volte superiore rispetto a quello del primo turno di votazioni per la scelta dei candidati alle europee“.

Leggi anche: È il giorno di Rousseau.