Picchiata parrucchiera che ha sbagliato acconciatura

Uno degli incubi più ricorrenti delle donne?

Andare dal parrucchiere e uscire con una chioma che non è quella desiderata.

Un incubo che si è trasformata in realtà per una cliente di una parruccheria di Gavardo, in provincia di Brescia.

La notizia è stata raccontata dal Giornale di Brescia.

La donna, però, non si sarebbe limitata solo a lamentarsi con la parrucchiera, colpevole di avere sbagliato l’acconciatura.

Infatti, dopo essersi rifiutata di pagare, la donna avrebbe mandato nel negozio un suo conoscente per minacciare la titolare.

Quest’ultima ha, poi, denunciato di essere stata picchiata.

A denunciare l’aggressione è stata una cittadina cinese, proprietaria di un salone in piazza Aldo Moro e i fatti sono avvenuti venerdì 28 luglio.

La donna ha raccontato che in quel giorno sono entrati nel negozio due clienti, un uomo e una donna, entrambi italiani.

Una volta finito il taglio, l’uomo avrebbe regolarmente pagato il conto ma la donna ha cominciato a lamentarsi per l’acconciatura, dichiarando di non voler pagare.

Come reazione, la parrucchiera avrebbe chiuso la porta del negozio per impedire alla cliente di uscire ma poi, dopo una breve discussione avrebbe desistito, riaprendo la porta per permettere ai due di uscire, senza il pagamento.

All’indomani, però, sempre stando al racconto della parrucchiera, un uomo si è presentato al negozio, affermando di essere una parente della cliente insoddisfatta, l’avrebbe minacciata e picchiata in presenza di altre persone.

La parrucchiera cinese, in ospedale, ha dato due diverse versioni e i sanitari non avrebbero riscontrato tracce evidenti di violenza.

Saranno fondamentali i testimoni per capire cosa sia davvero successo.